DRAMMA DELLA SOLITUDINE A TRICASE, DONNA TROVATA MORTA DA GIORNI IN CASA, A DARE L’ ALLARME E’ STATA SOLTANTO UN’ AMICA DI CHAT

| 26 Agosto 2016 | 1 Comment

di Francesca Pagliara______Dramma verificatosi nella notte in quel di Tricase.

Il corpo senza vita di una donna, una 56enne del posto, è stato rinvenuto intorno a mezzanotte e trenta dai carabinieri del Compagnia locale.

L’allarme è stato lanciato da “un’amica di Facebook”, se così si può definire, la quale ha allertato le autorità, denunciando la scomparsa della donna anche dalla chat tramite la quale si sentivano abitualmente.

Già da qualche giorno, infatti, l’amica virtuale non riceveva risposta ai suoi messaggi. Da qui la preoccupazione, quindi la richiesta d’aiuto.

I Carabinieri, giunti sul posto, hanno provato inutilmente a suonare il campanello sperando che si trattasse di un falso allarme. Ma purtroppo così non è stato.

Facendo irruzione nell’appartamento grazie all’intervento dei vigili del fuoco, si sono trovati di fronte il macabro scenario: il corpo senza vita della donna in evidente stato di decomposizione, ad accudirla solo il suo amico a quattro zampe.

Nessun segno di violenza sulla 56enne, nè tantomeno segni di infrazione sulla porta che al contrario era chiusa a chiave dell’interno.

Per questo motivo non è stata disposta l’autopsia dal pubblico ministero di turno, stando anche a quanto appreso dall’ispezione cadaverica compiuta dagli operatori del 118. Morte avvenuta per cause naturali, questo sarebbe stato infatti il responso. La donna soffriva da tempo di una patologia, che l’aveva portata a recarsi in ospedale solo qualche giorno fa per proseguire una terapia. Tutto torna quindi, forse.

Un alone di mistero avvolge infatti questa storia apparentemente chiara e limpida. Possibile che nessun vicino abbia trovato strano non incontrare la donna per giorni e giorni? Possibile che nessun parente o amico si sia preoccupato di cercarla non avendo sue notizie?

Infine, è davvero possibile che a denunciare la sua scomparsa debba essere una donna che probabilmente ha conosciuto la 56enne solo dietro lo schermo di un PC?

Veramente viviamo in un’era dove chi ci conosce virtualmente, ha più importanza di chi ci guarda ogni giorno negli occhi? Non virtualizziamoci. Soprattutto non abituiamoci mai all’indifferenza e all’emarginazione.

A Tricase questa notte, questa 56enne ha perso due battaglie: quella contro la malattia, certo.

Quella contro la solitudine, soprattutto.

I funerali saranno celebrati all’arrivo dei parenti che vivono lontano da Tricase, forse troppo.

Category: Cronaca

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Letizia ha detto:

    Joy Sacco aveva deciso di vivere lontana dalla famiglia, a cui non aveva mai proporzionato nemmeno i dettagli del luogo in cui viveva. Era una sua scelta.

Lascia un commento