DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 6 Ottobre 2016 | 0 Comments

ITALIA______
CANALE DI SICILIA Sono quasi undicimila i migranti tratti in salvo negli ultimi due giorni (più di quattromila nele ultime ventiquattro ore che si aggiungono ai seimila del giorno precedente) nel corso di sessantadue distinte operazioni coordinate dalla Centrale operativa della Guardia costiera. E su nave ‘Dattilo’ della Guardia Costiera, giunta stamane a Catania, con oltre mille migranti a bordo, sono venuti alla luce tre neonati; sono in buone condizioni di salute. Ventotto cadaveri recuperati nel Canale di Sicilia Ventotto cadaveri sono stati recuperati tra la giornata di ieri e la scorsa notte nel Canale di Sicilia nel corso di trentatré operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa di Roma della Guardia Costiera. I migranti si trovavano a bordo di ventisette gommoni, cinque piccole imbarcazioni e un barcone, raggiunti tutti al largo delle coste della Libia. I ventotto cadaveri si aggiungono ai dieci che erano stati recuperati due giorni fa, quando erano stati tratti in salvo altri seimila migranti. In due giorni, dunque, sono stati presi a bordo delle navi che operano nel Canale di Sicilia oltre diecimila migranti. Alle operazioni di ieri e della scorsa notte hanno partecipato Nave Corsi CP906 della Guardia Costiera, le motovedette CP302 e CP322 della Guardia Costiera di Lampedusa, una unità della Marina Militare italiana e una della Marina Militare irlandese, una unità del dispositivo Frontex, un mercantile, due rimorchiatori privati e navi delle organizzazioni non governative Moas, Life Boat, Open Arms e Watch the Med.

ITALIA______
LOCRI – Antonio Pelle, 54 anni, detto “vancheddu” ma conosciuto come la “mamma”, ritenuto il capo dell’omonima cosca di San Luca, è stato arrestato dalla squadra mobile di Reggio Calabria. Era latitante dal 2011 quando fuggì dall’ospedale di Locri. Pelle è stato condannato in via definitiva a 20 anni di reclusione per associazione mafiosa, traffico di armi e  stupefacenti. E’ considerato l’attuale vertice operativo della cosca Pelle-Vottari, operante nell’entroterra di San Luca (RC), contrapposta negli anni a quella dei Nirta-Strangio, con cui aveva dato vita ad una sanguinosa faida, culminata con la strage di Duisburg.

MONDO______
LONDRA – Il ministro dell’Interno britannico, Amber Rudd, ha annunciato che il governo intende chiedere alle imprese di rivelare il numero dei dipendenti stranieri per favorire l’assunzione di sudditi di Sua Maestà. Rudd è intervenuta oggi alla conferenza del partito in corso a Birmingham “Non chiamatemi razzista” per questo, ha detto Rudd che intende “stanare” quelle società che abusano delle regole esistenti e “spingerle a comportarsi meglio”. I primi a criticare l’idea sono stati gli imprenditori mentre, riferisce la Bbc, almeno un deputato conservatore ha definito la proposta del ministro come “controversa”. Rudd, nominata agli Interni al posto del premier Tehersa May a luglio, ha spiegato che i freni extra ai lavoratori e agli studenti stranieri potrebbero essere necessari “per cambiare la tendenza” dell’opinione pubblica sull’immigrazione alla luce del voto sulla Brexit. Il ministro ha accusato le aziende di “sfuggire” alle loro responsabilità non addestrando un numero sufficienti di lavoratori britannici e ha aggiunto che andrebbe irrigidito l’attuale sistema che obbliga le società a pubblicizzare i posti disponibili nel Regno Unito solo per ventotto giorni prima di rivolgersi fuori dal Paese”.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento