MEZZA TONNELLATA DI MARIJUANA SEQUESTRATA DALLA GUARDIA DI FINANZA, PRESO UNO DEI CORRIERI ALBANESI

| 5 Gennaio 2017 | 0 Comments

(e.l.)______Oramai è un bollettino quotidiano, o quasi. Comunque, con regolarità, si susseguono i sequestri, anche ingenti, sia in mare, sia sulla terraferma, di marijuana, che dall’ Albania arriva nel Salento, gestita poi qui, con grandi profitti, dalla Sacra Corona Unita, anche verso il Nord Italia.

L’ultimo di una lunga serie, che poi è però anche la spia di quali enormi dimensioni abbia raggiunto il fenomeno criminale, è avvenuto questa notte, a opera degli agenti della Guardia di Finanza, con l’ impiego di aerei, navi e auto.

Tutto è iniziato quando, in acque internazionali, nel canale d’ Otranto è stata avvistata dall’ alto, con sofisticate apparecchiature a raggi infrarossi, un’ imbarcazione ‘sospetta’ che si dirigeva verso la costa salentina a forte velocità.

E’ scattata l’ organizzazione.

Quando i tre trafficanti sono sbarcati sulla spiaggia di Torre Veneri, hanno trovato in zona numerosi militari, subito accorsi.

Vistisi scoperti, hanno cercato la salvezza con la fuga, nel buio della notte, ma hanno dovuto lasciare a riva la loro imbarcazione in vetroresina, dotata di un potente motore fuoribordo, e il carico che trasportavano, cinquecento dieci chili di marijuana purissima.

Uno dei tre fuggitivi, un giovane albanese, è stato raggiunto e arrestato, mente gli altri due sono riusciti a dileguarsi: ma adesso i militari sono sulle loro tracce.

Infatti, le indagini, coordinate dal pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Stefania Mininni, continuano, anche per risalire ai ‘produttori’ albanesi.

.

Category: Cronaca

Lascia un commento