DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 24 Gennaio 2017 | 0 Comments

ITALIA______

RIGOPIANO – Trovato tra le macerie dell’hotel Rigopiano il cadavere di una donna. Il corpo, riferiscono i Vigili del fuoco, è stato già recuperato. Il cadavere era in uno stanzino vicino alla zona della cucina e del bar. Sono invece ancora in corso le operazioni di recupero del corpo individuato nella giornata di ieri. Il bilancio delle vittime accertate sale dunque a sette. Sono ventidue i dispersi. Si continua a scavare a Farindola. I soccorritori lavorano ininterrottamente da cinque giorni in mezzo a quella montagna di neve e detriti che mercoledì 18 gennaio ha sepolto l’hotel. centoventimila tonnellate piombati sulla struttura a cento km orari, una bomba gelata che ha impattato con la forza di quattromila tir. All’ospedale di Pescara, dei superstiti dell’hotel Rigopiano, al momento restano ricoverate tre persone: due bambini e un adulto. E’ quanto ha sapere la direzione sanitaria in un bollettino medico. “I due bambini ancora ricoverati – sottolinea – sono in buone condizioni fisiche e la loro permanenza è dovuta solo a una continuità di protezione psicologica”.

 

ITALIA______

FIRENZE – Due colpi di pistola sono stati sparati ieri mattina a Scandicci (Firenze) contro l’auto in uso all’imprenditore fiorentino Andrea Bacci, mentre era in sosta presso la ditta AB Florence. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Non ci sono feriti. Andrea Bacci era all’interno dell’azienda con altre persone. Secondo prime informazioni, i presenti non si sarebbero subito resi conto degli spari e hanno dato l’allarme un po’ dopo. I due colpi hanno raggiunto i vetri dell’auto, una Mercedes, mandandoli in frantumi. Uno dei proiettili è rimbalzato e ha scheggiato il vetro di una finestra della ditta.

 

MONDO______

REYKJAVIK – L’Islanda è sotto shock dopo il ritrovamento su una spiaggia del corpo di una giovane ventenne scomparsa otto giorni prima in circostanze ancora misteriose. Un giallo trattato dalla polizia come “omicidio” avvenuto in un Paese dove è bassissimo il tasso di criminalità: la media è infatti di 1,8 all’anno e gli assassini o hanno problemi mentali oppure sono ubriachi. La vicenda, un noir in stile nordico, si dipana tra ghiacci eterni ed aurore boreali, nel buio del lungo inverno islandese. Oltre settecento volontari hanno cercata per giorni la ragazza fino al drammatico ritrovamento del corpo ieri su una spiaggia desolata vicino ad un faro a sud di Reykjavik. Una mobilitazione senza precedenti per il piccolo Paese.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento