L’ INTERVENTO / IL PRIMO ATTO DI DONALD TRUMP E’ A FAVORE DEI POPOLI E CONTRO LE MULTINAZIONALI

| 24 Gennaio 2017 | 0 Comments

di Cosimo Massaro * ( scrittore – per leccecronaca.it)______

Anni e anni di lotta, con successi precari, contro il trattato commerciale USA – Europa, il TTIP, per scongiurare lo strapotere delle multinazionali contro i popoli e poi arriva Trump che in dieci secondi, con una sola firma straccia il TPP.(Trans-Pacific Partnership), un accordo di libero scambio tra Usa e Canada e altri dieci Paesi che si affacciano sul Pacifico (Australia, Brunei, Cile, Giappone, Malesia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore e Vietnam).

Occorre solo governare con lungimiranza e senso di giustizia.

Oggi abbiamo ottenuto un grande successo, un grande risultato per tutti popoli.

Però molti non si fidano perché lo ritengono un uomo di potere e del potere, ma in questo caso non si tratta di fidarsi o non, si tratta solo, per il momento, di evidenziare il fatto che un pessimo trattato, che andava contro i popoli è stato stracciato. Per ora evidenziamo questo. Quando Trump farà qualcosa che andrà contro gli interessi del popolo, lo massacreremo di critiche come è giusto che sia, ma ora godiamoci questa piccola vittoria che va in linea con il bene dei popoli e non delle multinazionali.

Purtroppo chi vede solo in senso negativo non comprende che viviamo in un modo duale, il male sulla terra non lo si potrà mai sconfiggere del tutto, si tratta di un gioco di equilibrio tra male e bene. In questa dimensione duale coesiste l’alto e il basso, la luce e l’oscurità, il maschile e il femminile. Dobbiamo sempre cercare di cogliere il meglio dagli eventi, stare sempre vigili per comprendere e consapevolizzare quelli negativi ( anche subliminali). Molti uomini di potere del passato e di oggi, anche se fanno parte dell’establishment non sempre sono stati allineati fra di loro, vedi ad esempio Kennedy.

Il professor Giacinto Auriti ha portato notevoli innovazioni culturali e non solo in ambito monetario, con un pensiero che era almeno duecento anni in avanti, ma si può mai pensare di poter applicare il tutto da un giorno all’altro? Una scala formata da duecento gradini deve essere salita iniziando dal primo gradino. Così operano anche le forze del male, hanno progetti lunghi, utilizzano il principio della rana bollita e noi dobbiamo operare allo stesso modo, con il nostro libero arbitrio, giorno per giorno per migliorare questo mondo.

Non possiamo solo fermarci ad evidenziare la forza negativa, vedere sempre e solo il lato oscuro, così facendo gli diamo solo più forza. Il male lo si sconfigge con la luce. L’oscurità è semplicemente assenza di luce, una sola candela ha il potere di illuminare una stanza buia. Sfruttiamo la legge della cedevolezza ( fa parte del mondo delle arti marziali), sfruttiamo tutto quello che torna utile a noi, utilizzando la forza dell’avversario per i nostri scopi.

 

Per ora gustiamoci la fine del T.P.P. per gli altri trattati, tipo il T.I.S.A. il T.T.I.P aspettiamo augurandoci che facciano la stessa fine, se così non sarà dovremo lottare per ottenere la loro eliminazione, e in quel caso criticheremmo Trump come è giusto che sia.

Alcuni pensano che si stia dando troppa importanza ad un uomo che deve ancora dimostrate tutto e che la sua vicinanza a Putin sarà funzionale, alla fine, per sostituire F.M.I. con il B.R.I.C.S.

(associazione economica internazionale che rappresenta Brasile,Russia, India, Cina e Sud Africa). Uno scenario possibile, che in quel caso analizzeremo. Ma per ora, sono sicuro che la scelta migliore per noi è stata la vittoria di Trump non certo quella della guerrafondaia Hillary Clinton.

Considerando il fatto che, ad un presidente come Obama, che ha fatto più guerre di altri, è stato dato addirittura il Nobel per la pace, mentre contro Trump stiamo solo vedendo manifestazioni in giro per il modo pagate dagli stessi oligarchi che stanno dietro tutta la globalizzazione. Questa cosa dovrebbe far pensare positivo e sperare che non avvenga un “golpe” negli USA per eliminarlo.

 

Il solo criticare tutto e tutti non va mai bene. In ogni sistema organico( lo stomaco fa il suo compito, il cuore svolge il suo ruolo di pompa, il fegato filtra ecc.) ognuno svolge il ruolo che è più funzionale, in complementarietà per il buon funzionamento di tutto l’organismo sociale. Personalmente in questi anni ho svolto, e tutt’ora svolgo il ruolo che mi è stato più congeniale, cioè divulgatore e facilitatore di tematiche scomode al sistema usuraio. Pertanto, inviterei tutti coloro che hanno l’abitudine di criticare sempre, di non puntare il dito solo su chi fa qualcosa asserendo che di solito non è mai abbastanza. Ritagliamoci il nostro ruolo nella società e impegniamoci tutti per il miglioramento sociale. Se qualcuno è in grado di organizzare quello che ritiene possa essere mancante ad esempio nel mio lavoro, lo faccia e sicuramente avrà anche tutto il mio sostegno.

 

Category: Cronaca, Cultura, Politica

Lascia un commento