‘NO ALL’ ABBATTIMENTO INDISCRIMINATO DEI PINI’

| 27 Gennaio 2017 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Da Nardò il consigliere comunale del Pd Lorenzo Siciliano ci scrive______

Ho appena terminato di scrivere una mozione consiliare, che depositerò lunedì mattina, per chiedere la revoca della determina n.1091 del 30/12/2016 che prevede l’abbattimento di circa 95 piante residue di pino d’Aleppo per un costo complessivo di €18.536,00. Credo che in un periodo storico fortemente critico dal punto di vista ambientale, abbattere 95 alberi che rappresentano un piccolo polmone verde per questo territorio rappresenterebbe una scelta fallimentare e dannosa, oltre che inutile.

Comprendendo le legittime preoccupazioni ed i notevoli disagi vissuti dai residenti della contrada in cui insistono i pini ad alto fusto oggetto di abbattimento, a seguito della caduta di 5 di essi in occasione del forte maltempo verificatosi il 15 ottobre 2015, ho chiesto che vengano abbattuti solo gli alberi che presentano evidenti e gravi problemi di staticità, nelle immediate vicinanze delle abitazioni, oltre a mettere in campo, a breve, interventi manutentivi programmati che consentirebbero, così come non accaduto in passato, uno sviluppo armonico delle piante. Un numero nettamente inferiore rispetto ai 95 previsti che rappresentano l’ornamentazione ed il valore dell’intero viale. Anche su questo tema l’amministrazione comunale degli “innamorati dell’ambiente” pare aver cambiato totalmente idea. Ora sono innamorati della motosega.

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento