banner ad

LECCE / I TIFOSI MORMORANO / LA RISPOSTA DEL PRESIDENTE SAVERIO STICCHI DAMIANI

| 8 febbraio 2017 | 0 Comments

di Antonella Elefante______

Mormora, la gente mormora” canta Jovanotti nella sua celebre canzone dal titolo “Le tasche piene di te” e casca a pennello con quanto sta accadendo a Lecce in questi ultimi giorni. Ci riferiamo alla sconfitta di sabato scorso che l’ U.S. Lecce ha subito da parte della Casertana e da ciò ne è conseguito il terzo posto della squadra giallorossa, in coda al Foggia e al Matera (anche i lucani hanno perso ieri sera contro il Catania e quindi, neanche loro, hanno raggiunto la prima posizione).

Tantissime le lamentele dei tifosi giallorossi, che comprendono rabbia e delusione per il risultato inaspettato. Mister Padalino, secondo un sondaggio creato su Facebook, è la persona più responsabile di questa sconfitta e in merito al suo nome sono apparsi tanti commenti negativi. Troppo facile parlare, però, quando non si hanno responsabilità come quelle di un Mister ed è altrettanto facile parlare quando non si riesce a superare il primo ostacolo. A tal proposito interviene il presidente onorario Saverio Sticchi Damiani che afferma: “Ho voluto intervenire perché dopo una sconfitta vengono fuori dei malumori, come è giusto che sia, ma forse oggi esagerati. Io però non devo difendere l’operato di nessuno: ma noto da qualche mese uno scollamento di informazioni in ordine all’operato del club, inteso nella sua globalità”.

La società sportiva, inoltre, è stata accusata di non “voler salire in serie B”. Ecco che, a tal proposito, lo stesso presidente onorario continua: “A gennaio, da primi in classifica, abbiamo deciso di intervenire ancora sul mercato perché ci crediamo a vincere quest’anno. Vi dirò di più: fin da ottobre la proprietà ha deciso un premio collettivo in caso di B che, per i numeri, sarebbe stato più logico per una promozione in Serie A. La volontà c’è tutta: abbiamo un progetto biennale, ma se riuscissimo ad anticipare di un anno saremmo più che felici perché per questo obiettivo noi non ci dormiamo la notte”.

Un’altra accusa giunta dai tifosi riguarda la sostituzione di Braglia con Padalino, il Mister che sta seguendo la squadra per questa stagione sportiva. Fortunatamente c’è qualcuno che difende chi ha permesso, fino ad ora, al Lecce di mantenere sempre la vetta in classifica, infatti  Saverio Sticchi Damiani  afferma: “Noi siamo partiti da un allenatore nuovo, con un gruppo completamente nuovo. Questo gruppo, nel giro di un ritiro pre-campionato, ha colmato il gap con compagini che lavorano insieme da anni. Padalino con il suo lavoro ha bruciato le tappe, trovandoci a gennaio a voler investire ulteriormente nel sogno promozione. La sconfitta di sabato ci ha fatto molto male, perchè brucia molto: ma le cose da dirci con durezza ce le diciamo nel chiuso dello spogliatoio. A Caserta non si doveva perdere, ma questo non può mettere in discussione il lavoro certosino di un professionista che ogni giorno cura ogni dettaglio, perché questo fa la differenza”.

In questi giorni i tifosi non se ne stanno risparmiando una e vedono ormai la promozione diretta come qualcosa di astratto. Anche Sticchi commenta queste voci che si scagliano sui social, in particolare la possibilità di esonerare il Mister: “Ho capito che ormai ci sono due tipi di tifosi. Quelli che seguono ogni domenica la squadra, incitando per tutta la partita, tifosi agganciati alla realtà, capaci di criticare in buona fede; e poi ci sono quelli che si scagliano sui social, da follia, che lanciano messaggi distorti, come quello assurdo di un esonero di Padalino, cose da pazzi. Io li ringrazio tutti per l’aiuto che ogni settimana ci danno, ma serve sempre equilibrio. Una promessa? Dire che vinciamo il campionato non sarebbe serio, ma di certo facciamo e faremo l’impossibile per provarci. E per farlo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, di tutta quella parte buona dell’ambiente. Qui siamo tutti sulla stessa barca: le cose o vanno bene per tutti, o sprofondiamo tutti”.

Purtroppo ci sarà sempre qualcuno che avrà da ridire, qualsiasi cosa si faccia; siamo costantemente sotto i riflettori ed è difficile far andare tutto bene per tutti. Chiunque può esprimere un parere in merito a qualsiasi argomento, l’importante è farlo nel rispetto di tutte le persone che lavorano per raggiungere un obiettivo, come in questo caso.

Il campionato sta per giungere al termine ma non si è ancora concluso, pertanto bisogna concentrarsi solo sulle partite future e non su quelle passate. A tal proposito, sabato il Lecce ospiterà il Siracusa e potrà dimostrare che, probabilmente, quella della scorsa settimana è stata una “giornata no”.

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad