banner ad

LA PARTITA / TRA ESPULSIONI E INFORTUNI IL LECCE PERDE IL DERBY CONTRO LA VIRTUS FRANCAVILLA

| 5 marzo 2017 | 0 Comments

di Antonella Elefante______ Si è appena conclusa la ventottesima giornata di campionato di Lega Pro Girone C che ha visto la Vistus Francavilla ospitare, allo stadio “Giovanni Paolo II”, l’U.S. Lecce.

FORMAZIONI

Virtus Francavilla: Albertazzi, Prezioso, Idda, Vetrugno, Galdean, Albertini, Nzola, Alessandro, Faisca, Abruzzese, Abate. Allenatore: Antonio Calabro.

U.S. Lecce: Perucchini, Agostinone, Mancosu, Cosenza, Arrigoni, Costa Ferreira, Lepore, Giosa, Caturano, Ciancio, Doumbia. Allenatore: Pasquale Padalino.

Arbitro Fabio Piscopo di Imperia affiancato dagli assistenti Maurizio Loni di Cagliari e Davide Imperiale di Genova.

LA CRONACA

Primo tempo

Attacca già dai primi minuti della partita la Virtus Francavilla, probabilmente avantaggiata dalla conoscenza del proprio campo, a differenza della squadra ospite. Senz’altro un derby sentito da entrambe le parti, tant’è che già al 4′ Cosenza inveisce contro l’avversario ma viene fermato dall’ intervento arbitrale. Subito dopo Costa Ferreira tenta il cross ma i compagni di squadra non riescono a mettere il pallone in rete. Al 6′ risponde la Virtus Francavilla con il dribbling di Nzola ma la direzione è sbagliata.

Al 9′ c’è un tentativo di Alessandro ma viene fermato da Perucchini; a questa azione tenta di rispondere  Caturano ma il suo tiro è fuori misura.  Aumentta, con il passare dei minuti, la voglia da parte di entrambe le squadre di vincere questo match, infatti al 16′ ci riprova nuovamente Costa Ferreira che, però, non riesce a sfruttare l’assist di testa di Caturano. Tale azione è seguita da altri due tentativi falliti da parte del Lecce, al 17′ con Doumbia e al 18′ con la traversa di Lepore. Al 38′ arrivano le prime ammonizioni: vengono ammoniti Cosenza per fallo su Nzola e poi anche lo stesso Nzola per scambi di scorrettezze dopo il fischio dell’arbitro.

Quasi alla fine del primo tempo, arriva il gol di Prezioso (39′), un destro secco che porta la Virtus Francavilla all’ 1-0, ma al 42′ ecco la risposta di Lepore (in foto)su passaggio di Cosenza. Il primo tempo finisce 1-1 al 45′, senza minuti di recupero.

Secondo tempo

Dopo i quindici minuti di pausa le due squadre rientrano in campo, senza alcuna variazione alle formazioni e, sin da subito, si notano gli animi caldi in campo. Per Faisca, al 49′, è necessario l’intervento dello staff medico in seguito alla caduta nel tentativo di marcatura su Lepore; a causa di questo infortunio, Faisca viene sostituito con Pino (52′).

Al 58′ viene ammonito, per fallo su Doumbia, il giocatore che ha sostituito Faisca e si ha la prima ammonizione del secondo tempo. Al 59′ Cosenza si ritrova a terra dolorante ma riprende la partita senza l’intervento dello staff medico. Il Lecce tenta di andare in vantaggio, con Agostinone (61′) ma la palla finisce tra le mani di Albertazzi. Al 63′ Mancousu è costretto ad abbandonare il campo per infortunio e viene sostituito da Tsonev. Importantissima occasione al 65′ occasione per la Virtus Francavilla ma c’è il volo di Perucchini che manda la sfera in calcio d’angolo.

Caos in campo e in panchina e al 68′ viene espulso Meluso, direttore sportivo del Lecce.

Al 69′ arriva il vantaggio per la squadra di casa: Gardean batte il calcio di punizione e la palla viene leggermente deviata da Abruzzese che firma il gol del 2-1. Continua ad attaccare la Virtus per assicurarsi i tre punti, infatti al 73′ Nzola prosegue a botta sicura, da solo, ma viene fermato da Perucchini. Gli animi iniziano a scaldarsi ancora di più e la tensione inizia a sentirsi anche a livello fisico, infatti al 74′ è necessario l’intervento sanitario per Vetrugno. Continua ancora ad attaccare la squadra di casa che sembra non essere per niente stanca; siamo al 75′ e c’è il tentativo di Prezioso ma viene parato da Perucchini.

Doppio cambio per la squadra giallo-rossa: al 77′ entrano Torromino per Agostinone e Marconi per Costa Ferreira. Anche la Virtus Francavilla sfrutta un cambio,al  78 ‘ infatti entra Turi per l’infortunato Vetrugno.  Al 79′ cerca di pareggiare il Lecce con Doumbia ma viene fermato da Albertazzi. Più si avvicina la fine, più gli animi si fanno sempre più accesi. Siamo all’ 81′ e viene espulso Alessandro a causa della doppia ammonizione su percussione centrale di Torromino; il Francavilla giocherà gli ultimi minuti in dieci. Sfrutta l’ultimo cambio l’allenatore della squadra di casa che, al’83’, fa entrare Biasón al posto di Abate. Per giocare alla pari, all’ 87′ arriva l’espulsione di Torromino in seguito al calcio dato a Prezioso ed è evidente che gli animi si stanno riscaldando sempre di più. Tra ammonizioni e sostituzioni si arriva al 90′ ma l’arbitro assegna 5′ di recupero, un’altra occasione per la squadra ospite per pareggiare. Al 92′ ci prova infatti  Torromino ma la palla viene deviata da Albertazzi. Allo scadere dei minuti di recupero, l’arbitro emette il triplice fischio e pone fine al derby del Salento che si conclude con la vittoria per 2-1 dei padroni di casa.

Il Lecce torna a casa a mani vuote e può solo sperare nella partita di questa sera tra Foggia e Juve Stabia (ore 18.30).
Risultati dagli altri campi:

Catanzaro – Matera: 3-1
Catania – Melfi: 0-2
Messina – Monopoli: 1-0
Reggina – Casertana: 3-0
Siracusa – Vibonese: 4-1
Unicusano Fondi – Taranto: 1-1

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad