banner ad

INAUGURATO A LECCE IL CINELAB “GIUSEPPE BERTOLUCCI”, OVAZIONI PER FERZAN OZPETEK E KASIA SMUTNIAK

| 12 marzo 2017 | 0 Comments

di Carlo Infante______

E’’ stato inaugurato ieri, presso il Cineporto di Lecce, presso Le Officine Knos, in via Vecchia Frigole 36, il CineLab “Giuseppe Bertolucci”.

Progettato dallo studio Metamor associati (di Lecce) e realizzato con finanziamenti regionali e ministeriali, ha novanta posti a sedere (che, almeno ieri, si sono rivelati assolutamente insufficienti).

Dedicato al poliedrico cineasta parmigiano, trapiantato nel Salento (a Diso) e deceduto all’ospedale di Tricase, il 16 giugno 2012. Un pannello esterno riproduce la bella “Poesia a Giuseppe Bertolucci” dell’amico Roberto Benigni.

Giornata ricca di eventi e pubblico quella iniziata alle ore 11 e conclusasi dopo mezzanotte e mezza. Gratuitamente sono state proiettate quattro pellicole (sostenute da Apulia Film Commission), fra cui spicca l’esilarante, ma profonda, “Varichina – La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis”, docufilm di Mariangela Barbanente ed Antonio Palumbo. Del resto è risultato nella cinquina finalista ai Nastri D’Argento 2017.

Lorenzo De Santis (interpretato dall’attore barese Totò Onnis), deceduto nel 2003, fu un omosessuale notissimo a Bari, sin dagli Anni Settanta, per i suoi atteggiamenti anticonformisti. Probabilmente il primo, nel capoluogo pugliese, ad urlare la propria diversità, in un periodo in cui era difficile farlo. Uscito il 2 febbraio, purtroppo non ha goduto di adeguata distribuzione; ma è questa una gravissima criticità che affligge, da sempre, il Cinema italiano indipendente.

Alle 18.50 è iniziato il seminario “Ferzan Ozpetek e il Placetelling”, in cui l’applauditissimo regista turco, leccese d’ adozione, ha dialogato con gli amici Kasia Smutniak e Domenico Procacci. Presentato da Giandomenico Vaccari (vicepresidente dell’Apulia Film Commission) e moderato dal giornalista Fabrizio Corallo, ha visto l’intervento di Loredana Capone (vicepresidente della Regione Puglia ed assessore regionale all’Industria turistica e culturale). Dopo gli ottimi “Mine vaganti” (2010) ed “Allacciate le cinture” (2014), ovviamente moltissimi leccesi si augurano che Ozpetek torni presto a girare in città. A maggio, nel capoluogo partenopeo, inizierà a girare il thriller “Napoli velata”, con protagonista Giovanna Mezzogiorno. Intanto, “Rosso Istanbul” (girato nella sua città natale), sta avendo il consueto successo.

La giornata ha registrato la presenza, tra gli altri, dei registi Edoardo Winspeare, Pippo Mezzapesa, Davide Barletti e Paolo Pisanelli e dell’attrice Barbara De Matteis.

Per quanto attiene Barletti, sta per uscire nelle sale “La guerra dei cafoni”, lungometraggio girato nel Salento, che ha per protagonisti ventidue ragazzi pugliesi (esordienti sul set), ma vede anche la presenza di Claudio Santamaria e del grande Ernesto Mahieux. Questa pellicola ha già ottenuto apprezzamenti di critica e pubblico, avendo partecipato all’undicesima “Festa del Cinema di Roma” ed al 46° “Rotterdam International Film Festival”. Bisognerà vedere se avrà adeguata distribuzione.

Grande successo anche per la mostra fotografica “Scatti di cinema”, una raccolta di immagini di scena, da set pugliesi degli ultimi ventun anni.

 

 

Category: Cronaca, Cultura

Lascia un commento

banner ad
banner ad