DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 5 aprile 2017 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – Una proposta di delibera, presentata dalla maggioranza a Cinquestelle in Campidoglio, per modificare lo statuto di Roma Capitale all’insegna della “rivoluzione” della democrazia diretta. Questa l’iniziativa del Campidoglio per introdurre la possibilità di petizioni on line e sperimentare il voto elettronico per i referendum comunali. L’auspicio dei Cinquestelle è “in cinque passare da Mafia Capitale alla capitale della democrazia diretta”. Il progetto è stato presentato dall’assessora alla Roma Semplice, Flavia Marzano, dal presidente della commissione Roma Capitale, Angelo Sturni, e dal deputato M5S Riccardo Fraccaro. L’idea è introdurre petizioni popolari online con la possibilità di illustrarle in aula; abolizione del quorum di partecipazione per i referendum comunali; bilancio partecipativo.

 

ITALIA______

MILANO – Tre dirigenti del Comune di Milano sono stati arrestati dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano nell’ambito di un’inchiesta su presunti casi di corruzione che, si legge in una nota della Procura, “hanno consentito, tra l’altro, di pilotare l’aggiudicazione di alcune gare di appalto banditedal Comune a favore del Consorzio Milanese Scarl e delle imprese sue associate”. Sono stati inoltre “accertati due casi di concussione”. L’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti e dal pm Luca Poniz, ha portato in carcere Massimilano Ascione, in qualità di “titolare di P.O. (Posizione Organizzativa)” del Comune di Milano e due dirigenti, Stanislao Virgilio Innocenti e Armando Lotumolo. Sono indagate anche due persone giuridiche per la violazione della legge 231 del 2001 sulla responsabilità delle società per reati commessi dai dipendenti.

 

MONDO______

ASSAD – E’ di almeno cinquantotto morti (cento secondo al Arabiya), tra i quali undici bambini, il bilancio del raid aereo che ha sprigionato “gas tossici” contro Khan Sheikhun, città siriana della provincia di Idlib sotto il controllo dei ribelli. Lo ha indicato l’Osdh, l’Osservatorio siriano dei diritti umani. Tantissime altre persone stanno soffrendo per gli effetti dell’attacco, con fonti mediche che segnalano problemi respiratori e sintomi come svenimento, vomito e bava alla bocca, ha spiegato l’ong. Testimoni locali fanno sapere che gli ospedali della regione sono saturi e non sono più in grado di accogliere altri intossicati a causa dell’inalazione dei gas tossici, soprattutto dopo gli attacchi da parte dell’aviazione governativa siriana e di quella russa sua alleata cui si è assistito la settimana scorsa contro diversi ospedali della provincia e in quella confinante di Hama, tra cui Maaret al-Numan, Talmanes e Latamneh.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento