DANNEGGIAMENTO AL MURETTO A SECCO MILLENARIO DI MELENDUGNO, AL PRESIDIO ‘NO TAP’ SI LAVORA PER RICOMPORLO. VIABILITA’ RIPRISTINATA IN ZONA

| 7 Aprile 2017 | 0 Comments

(Rdl)______Come riferito ieri e come da più parti denunciato e commentato su leccecronaca.it, l’ altra notte qualche irresponsabile dei manifestanti ha prelevato massi di pietra dal muretto a secco millenario presente in località San Basilio di Melendugno (nella foto) e li ha utilizzati per creare blocchi stradali nelle stradine di accesso al cantiere.

Questa mattina, un comunicato del ‘Comitato No Tap’ ha preso le distanze dall’ accaduto (abbiamo pubblicato il comunicato fra i commenti di ieri). Non solo. Gianluca Maggiore, del presidio ‘No Tap’, ha annunciato che si farà carico di ricostruire il muretto a secco riportando i massi originari nella loro posizione, al termine di un sopralluogo in zona compiuto con il sindaco Marco Potì e al comandante dei vigili urbani Antonio Nahi. Anche la viabilità della zona è in gran parte ripristinata. Nei prossimi giorni sono annunciate diverse manifestazioni di artisti e cittadini, dopo la sentenza del Tar Lazio che ieri ha accolto l’impugnativa della Regione Puglia sospendendo l’espianto degli ulivi fino al 19 aprile, quando la questione sarà esaminata nel merito. ______

LA RICERCA nel nostro articolo di ieri

http://www.leccecronaca.it/index.php/2017/04/06/grande-e-il-disordine-sotto-il-cielo-di-mlendugno-la-situazione-e-dunque-eccellente/

 

Category: Cronaca

Lascia un commento