DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 11 aprile 2017 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – Svolta nel caso Consip. Giampaolo Scafarto, capitano del Noe, è indagato dalla Procura di Roma per il reato di falso. L’ufficiale aveva riferito in un’informativa, girata alla magistratura, della presenza di soggetti legati ai servizi segreti nel corso di alcuni accertamenti svolti in ambito Consip e aveva attribuito all’imprenditore Alfredo Romeo la frase (riportata nell’informativa e legata a una conversazione ambientale intercettata nel dicembre scorso negli uffici della Romeo Gestioni) “… Renzi l’ultima volta che l’ho incontrato”, frase effettivamente pronunciata da Italo Bocchino.

ITALIA______

ROMA – Tale diminuzione è dovuta in gran parte al saldo negativo della dinamica naturale (i decessi superano le nascite). E’ questo uno dei dati che emerge dalla XIV edizione del Rapporto Osservasalute (2016), presentato oggi a Roma. Il numero medio di figli per donna per il complesso delle residenti è, nel 2014, pari a 1,37 figli per donna (per le italiane 1,29 figli per donna, per le straniere 1,97 figli per donna). Si conferma la tendenza alla posticipazione delle nascite, tanto che l’età media al parto delle residenti è di 31,6 anni (per le italiane 32,1 anni, per le straniere 28,6 anni). Poco meno di un nato ogni cinque ha la madre con cittadinanza straniera, con un picco di quasi un nato su tre in Emilia-Romagna.

MONDO______

SAN BERNARDINO (USA) – Una sparatoria è avvenuta in una scuola elementare a San Bernardino, la città californiana già teatro di una strage commessa da una coppia di coniugi nel 2015. Il bilancio delle vittime, fornito su Twitter dal capo della polizia locale Jarrod Burguan, è di due adulti uccisi, tra i quali il presunto omicida e l’insegnante, e due scolari feriti, questi ultimi trasferiti in ospedale. “Riteniamo – aggiunge Burguan – che si sia trattato di un caso di omicidio suicidio, e che non vi siano ulteriori minacce”. Secondo il britannico Daily Mail l’uomo che ha sparato era andato a scuola verso le 10,25 del mattino (ora locale, le 19.25 in Italia) per risolvere una contesa con l’insegnante. Gli studenti non feriti sono stati trasferiti in un altro edificio scolastico per sicurezza. Lo sparatore sarebbe entrato in classe con il volto coperto con una bandana nera e avrebbe aperto il fuoco. E’ quanto emerge dalle prime ricostruzioni riportate dai media americani.