DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 29 aprile 2017 | 0 Comments

ITALIA______

BRINDISI – Operazione antiterrorismo della Polizia: un cittadino congolese, in passato ospite del Centro per rifugiati di Brindisi, è stato arrestato mentre un marocchino, risultato in contatto con Anis Amri, l’autore della strage al mercatino di Natale di Berlino, e’ stato espulso dall’Italia. Dall’indagine della Digos di Brindisi, coordinata dalla Dda di Lecce e dalla Procura nazionale Antimafia e Antiterrorismo, è emerso che i due facevano parte di una cellula salafita operante a Berlino e avevano aderito all’Isis. In manette, con l’accusa di associazione con finalita’ di terrorismo internazionale, e’ finito Lutumba Nkanga, congolese di 27 anni e residente in Germania, mentre il marocchino Soufiane Amri, il ventiduenne che era in contatto con l’attentatore di Berlino, e’ stato espulso dall’Italia.

 

ITALIA______

LATINA – Una donna romena ha venduto la figlia di pochi mesi a una donna italiana attraverso la mediazione di una terza persona. E’ quanto hanno scoperto gli agenti della squadra mobile di Latina, diretta da Antonio Galante, che stanno eseguendo tre misure cautelari emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina. Tre persone, la madre della bambina, la donna che ha comprato la neonata e l’intermediario, sono finite agli arresti domiciliari per tentata alterazione di stato civile in concorso e per una serie di violazioni nell’ambito della legge sulle adozioni dei minori. L’intervento della polizia ha permesso di stroncare la vendita choc e di mettere in salvo la piccola, già affidata a una casa protetta.

 

MONDO______

IL CAIRO – È entrato nel vivo il viaggio di Papa Francesco in Egitto. L’aereo dell’Alitalia è atterrato all’aeroporto internazionale del Cairo esponendo dalla cabina di pilotaggio una bandiera egiziana e una vaticana. Si è fermato davanti alla Lounge presidenziale. Ad attenderlo in aeroporto, Ibrahim Isaac Sedrak, patriarca di Alessandria dei copti d’Egitto e presidente dell’Assemblea della Gerarchia Cattolica dell’Egitto, monsignor Bruno Musarò, nunzio apostolico, monsignor Emmanuel Bishay, vescovo di Luxor e il reverendo Jan Thomas Limchua, segretario della nunziatura apostolica. Una piccola cerimonia di benvenuto, poi il trasferimento al palazzo presidenziale di Heliopolis per incontrare in privato il presidente d’Egitto Al-Sisi, che lo ha accolto. Dopo l’esecuzione degli inni e gli onori militari nel cortile d’onore, il Pontefice e il leader egiziano sono entrati nel Palazzo, con le rispettive delegazioni, per la fotografia di protocollo e il successivo incontro privato, che si è concluso con lo scambio dei doni.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento