DAL LAVORO AL CARCERE / DAI DOMICILIARI IN PRIGIONE / FERIMENTO A COLPI DI PISTOLA / INCIDENTE STRADALE MORTALE / CONDANNA PER SPACCIO / TENTATIVO DI INCENDIO DOLOSO / BREVI DI NERA

| 24 Giugno 2017 | 0 Comments

(e.l.)______

Galatina. Durante un controllo ai dipendenti di una ditta di lavori presso l’ aeroporto (nella foto), i Carabinieri hanno scoperto che un operaio, Marius Bucur, 41 anni, di nazionalità romena, risultava destinatario di un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Roma, in quanto ritenuto colpevole di furto aggravato commesso nel Luglio 2014, proprio nella capitale. L’uomo è stato portato presso il carcere di Borgo San Nicola.

Monteroni. Fabio Marzano, 48 anni, ai domiciliari, ma trovato in giro dai Carabinieri, è stato portato in carcere su disposizione del sostituto procuratore della repubblica Stefania Mininni.

Nella stessa mattinata di ieri si è svolto davanti al Tribunale di Lecce il processo per direttissima,  in cui l’ imputato è stato condannato alla pena di un anno e due mesi di reclusione, con contestuale ripristino della custodia cautelare in carcere.

Cavallino. Questa notte un giovane di 29 anni si è presentato al Pronto Soccorso dell’ ospedale ‘Vito Fazzi’ con una ferita da colpi di arma da fuoco, giudicata guaribile in trenta giorni. Agli agenti della Polizia di Stato ha detto di essere stato avvicinato mente si trovava nella sua auto nei pressi di un bar da un uomo che gli ha sparato contro due colpi, colpendolo alle gambe . Sull’ accaduto le indagini sono ancora in corso.

San Giorgio Jonico. Questa notte un giovane di 18 anni è morto sul colpo in un incidente stradale, sulla provinciale per Carosino. La moto che guidava, per cause ancora da accertare, si è schiantata contro un’ auto. L’ impatto gli è stato fatale. I Carabinieri stanno cercando di ricostruire l’ esatta dinamica di quanto accaduto.

Nardò. Raggiunto da ordine di carcerazione, per scontare una sentenza di condanna a quattro anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Antonio Duma, 56 anni, già ai domiciliari, è stato portato nel carcere di Borgo San Nicola.

Nardò. Per motivi di dissidi in famiglia, come ricostruito dagli inquirenti, Salvatore Milelli, 49 anni, l’ altra sera ha tentato di mettere fuoco al negozio di abbigliamento della nipote, con della benzina potata in una bottiglia di plastica. Le fiamme da lui così appiccate sono state presto spento, nessuno delle commesse e dei clienti è rimasto ferito, lui è stato catturato poco dopo dai carabinieri. E’ stato arrestato con l’ accusa di incendio doloso, e posto ai domiciliari.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento