LA STORIA / IL PICCOLO PUSHER

| 6 Ottobre 2017 | 0 Comments

di Giuliano Zilli______

I cani, anche se stanchi, al termine di un faticoso turno di servizio fra Rione Ferrovia e centro storico, condotto con il loro colleghi finanzieri, hanno abbaiato, subito, appena lo hanno visto, fra i vicoli.

Lui, all’arrivo dei militari, e dei loro colleghi delle unità cinofile, si è spaventato, ha buttato via alcune bustine, poi, non ha provato nemmeno a scappare.

Per Erik, Grappa e Valex è stato facile fiutare la droga, quella buttata in giro e quella ancora addosso al ragazzino.

In tutto, quaranta dosi di hashish.

Ah, e tanti soldi, piccole banconote arrotolate, e spiccioli, nelle sue tasche, più di seicento euro, chiaro provento dello spaccio.

Lui, minorenne. Del Senegal, a Lecce da un bel po’, e ora ‘beccato’ a spacciare nel centro barocco.

Ma con il permesso di soggiorno, eh?!? Tutto in regola.

Una bella ramanzina da parte degli agenti della Guardia di Finanza, una sacrosanta denuncia, e via al Tribunale dei Minori.

Il giudice, ha chiamato il fratello maggiore convivente.

Una bella lavata di testa, anche a lui. Poi, glielo ha affidato.

Sarà servita, a tutti e due, la lezione?

 

Category: Cronaca

Lascia un commento