A LECCE CITTA’ UN PRESEPE NO TAP (PER POCO)

| 24 dicembre 2017 | 0 Comments

(e.l.)______Da alcuni post e relative foto  su Facebook di attivisti No Tap si apprende di una singolare, nuova contestazione al gasdotto, “un monito davanti alla grotta”, in un cartello lasciato nel presepe di Lecce città, da quest’ anno davanti le mura del castello Carlo V.

 

 

 

 

 

 

 

Poco dopo sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale a rimuoverlo.

 

 

 

 

 

 

 

Nei commenti degli attivisti, viene sottolineato che si trattava di “riflessioni importanti sulla tutela della Terra,contro un’opera nociva per la salute e la pubblica sicurezza…Quel cartello ricordava la sacralità della Terra violata da una multinazionale”, ci si chiede poi: “Dovrebbe invece essere elogiata l’installazione artistica che porta a svegliare le coscienze….oppure è lecito solo consumare?” e così si conclude: “Ad una società basata sul consumo opporremo resistenza,alle vetrine dell’impero ci opporremo portando l’esempio di un modo diverso di vivere…”.

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento