E NIENTE, NONOSTANTE GLI APPELLI, LE PROTESTE, E LA CAMPAGNA DIFFUSA SUI SOCIAL ‘NOT IN MY NAME’, LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI DA’ UN ALTRO MILIARDO MEZZO DI EURO ALLA TAP. L’ EUROPA DEI BANCHIERI SI CONFERMA AL FIANCO DEGLI SPECULATORI INTERNAZIONALI E CONTRO I POPOLI E I TERRITORI

| 6 Febbraio 2018 | 5 Comments

(g.p.)______Pochi minuti fa l’ agenzia Reuters ha battuto da Bruxelles il seguente ‘lancio’______

EIB APPROVES 1.5 BLN EURO LOAN TO TAP GAS PIPLINE

EU-ENERGY/

 

BRUSSELS, Feb 6 (Reuters) – The European Investment Bank on Tuesday approved a 1.5 billion euro loan for the Trans-Adriatic Pipeline (TAP) to bring new gas supplies to Europe and reduce dependence on Russia, a spokesman for the EIB told Reuters. TAP, the end piece of the $40 billion Southern Gas Corridor, is slated to bring up to 10 billion cubic metres of gas from the giant Azeri Shah Deniz II field to Italy by 2020, crossing Georgia, Turkey, Greece, Albania and the Adriatic Sea. Shah Deniz 2 is one of the world’s largest gas fields and is developed by a BP-led consortium. TAP shareholders include Azerbaijan energy group Socar, BP and Italian gas group Snam.(Reporting by Alissa de Carbonnel @AdeCar; Editing by JanStrupczewski)

Category: Cronaca, Politica

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Pier Luigi Caffese - tramite Facebook ha detto:

    La Banca europea per gli investimenti (BEI) ha votato oggi per distribuire uno dei prestiti più grandi mai erogati in Europa a uno dei più grandi progetti di combustibili fossili dell’UE, il controverso Trans Adriatic Pipeline (TAP).

    560 milioni di europei chiedono in blocco la rimozione dei vertici BEI che finanziano progetti fossili che la Banca Mondiale non finanzia piu’

    Chiediamo anche le dimissione della esponente italiana alla Bei…

    L’approvazione del prestito fa seguito al rilascio di uno studio la scorsa settimana che dimostra che il Corridoio del gas del Sud – di cui TAP è una parte – potrebbe essere ad alta intensità di emissioni o anche più della potenza del carbone.

    Negli ultimi anni Bankwatch, Counter Balance, Friends of the Earth Europe, 350.org e un numero crescente di gruppi della società civile in tutto il mondo hanno avvertito che la TAP e l’intero progetto del corridoio meridionale del gas sarebbero dannosi per gli sforzi dell’UE volti a tagliare emissioni di gas serra.

    Nonostante questi inviti, nessuna delle istituzioni che promuovono o finanziano il Corridoio meridionale del gas hanno pubblicamente pubblicizzato una valutazione di impatto sul clima di questo massiccio progetto di gas fossile finora.

    Inoltre in Italia il Tribunale di Lecce deve valutare perchè non è stata osservata la Seveso, perchè vengono separati i conteggi dei fossili presenti nel Tap globalmente e non suddivisi, perchè i progettisti non hanno formulato il cerchio delle esplosioni prima del progetto esecutivo in corso di Via.

    La decisione della BEI sul progetto TAP era già stata ritardata più volte negli ultimi anni.
    Pochi giorni prima della riunione di dicembre, il consiglio di amministrazione della BEI, che rappresentava tutti i 28 Stati membri dell’UE, ha ricevuto oltre 4 000 e-mail dai cittadini interessati che li esortano a non finanziare la TAP, con conseguente ulteriore rinvio di una decisione sul progetto.

  2. Ferruccio Cucchiarini - tramite Facebook ha detto:

    Ormai è chiaro, se qualcuno aveva dubbi, che la banca europea è solo un mezzo per spolpare i territori e chi ci vive. È una banca contro l’Umanità, contro l’Ambiente e contro la Cultura. È invece una banca in mano agli affaristi!

  3. redazione ha detto:

    Il Comitato No Tap ha diffuso il seguente comunicato______

    MA NOI NON CI FERMEREMO!!!—
    La BEI, con un colpo di mano, intende finanziare il Tap, agevolando così il Corridoio Sud del Gas.

    Pochi minuti fa, la Banca Europea degli Investimenti ha deciso di finanziare il gasdotto Tap per 1,5 miliardi di euro.
    Quei soldi, sporchi del sangue delle popolazioni, dovrebbero finanziare l’ennesimo abominio di una classe dirigente cieca, corrotta nell’ anima.

    Due cose ci inorridiscono di questa decisione e sono espresse nel loro stesso comunicato. Sono due bugie su cui si è sempre basato l’incedere di questa grande truffa: la diversificazione di fonti per slegarsi dalla Russia e l’ascolto della società civile.
    Sia la prima affermazione che la seconda sono false e lo sappiamo sia noi che loro. Ma le logiche lobbistiche hanno la precedenza sulle regole, anche quelle riguardanti i diritti umani.

    Niente sembra fermare la macchina della speculazione. Sembra che conti di più riempire le tasche di loschi individui piuttosto che salvaguardare le popolazioni. Sembra che conti di più un’ipocrita stretta di mano ai regimi dittatoriali, piuttosto che la tutela di una democrazia ormai dimenticata.
    Finanziare il Tap è aprire la porta di casa a dittatori sanguinari come Erdogan e soprattutto Alijev, personaggi che del concetto di democrazia se ne fanno una risata.

    Ma non solo: questo finanziamento farà diventare ancora più arrogante SNAM. Ora, la società Italiana, potrebbe non trovare piu ostacoli. Una volta finanziato il Tap, l’arroganza delle lobby renderà ancor più difficile l’opposizione alla rete adriatica.

    È questo il momento di unire le forze!
    Non ci fermeranno quattro collusi che si cibano di caviale, non ci fermeranno le imposizioni e la repressione di coloro che gestiscono un mondo non per tutti, dove la democrazia si valuta in banconote!

  4. Giovanni ha detto:

    4.000 mail? Quanto è la insignificante, in termini percentuali, questo numero?

  5. Giovanni ha detto:

    4.000 mail? Quanto è insignificante, in termini percentuali, questo numero?

Lascia un commento