DAI VEICOLI INCENDIATI, AI COLPI DI FUCILE NELLA NOTTE. LE NOTIZIE DI CRONACA NERA DELLE ULTIME ORE

| 16 Marzo 2018 | 0 Comments

di Vincenzo Corrado______

Cavallino. È stato identificato il presunto colpevole dell’incendio avvenuto a Cavallino che ha colpito una Fiat Bravo e ha lambito un’altra auto, nella notte tra il 12 e 13 marzo. Si tratta di un 23 enne del posto, riconosciuto dai carabinieri grazie alla immagini di video sorveglianza.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito poi di trovare una tanica con residuo liquido infiammabile e l’abbigliamento che probabilmente è stato utilizzato dal giovane proprio quella notte. Il 23 enne è stato quindi denunciato in stato di libertà.

 

Ugento. Non voleva la figlia fosse portata all’ospedale “F. Ferrari” di Casarano ed ha aggredito il personale operante. È successo nella serata di ieri ad Ugento, dove una donna 61 enne del posto era contraria a far ricoverare la figlia, sottoposta alle cure dei sanitari, per un motivo non meglio precisato. Il personale del 118 è stato preso a spinte e strattoni, e costretti a far intervenire le forze dell’ordine locali. La donna è stata deferita in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale.

 

Parabita. Sperava di compiere una rapina con una lima per unghie. È accaduto ieri sera a Parabita dove un giovane di 21 anni ha provato a derubare una profumeria in via Impero, mascherato – parzialmente – con cappuccio e sciarpa.Appena entrato in negozio ha estratto l’”arma” minacciando la commerciante di consegnargli l’incasso della giornata, ma non appena la vittima si è messa a urlare, il giovane si è dato alla fuga.

Poco dopo, però, grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, le forze dell’ordine hanno individuato il possibile colpevole e recandosi quindi a casa del 21 enne hanno trovato i jeans e la felpa che erano stati usati solo poco tempo prima per la tentata rapina. Il giovane è stato denunciato in stato di libertà.

 

Casarano. Due giovani di Casarano sono finiti nei guai, denunciati in stato di libertà per furto aggravato continuato. I due, di 26 e 24 anni, avevano manomesso i sigilli del contatore dell’Enel riuscendo così ad usufruire gratuitamente della luce, riattivando l’energia elettrica tramite allacci abusivi. I carabinieri del posto insieme ai tecnici dell’Enel hanno eseguito un controllo nella loro abitazione, scoprendo l’inganno.

 

Casarano. Tre boati per altrettanti colpi di fucile sparati, nella notte fra il 14 e il 15 marzo. L’ultima denuncia quella di un 37 enne del posto, nel pomeriggio di ieri, che ha raccontato ai carabinieri del posto dei tre colpi esplosi proprio contro la sua auto Fiat Stilo provocando un danno di circa 800 euro.

Secondo le fonti i responsabili sono due uomini a bordo di uno scooter, che in quella notte hanno preso a fucile anche una concessionaria e la serranda di una palestra, seguendo la scia di atti intimidatori. Le forze dell’ordine avranno un gran da fare.

 

Lecce. Un incendio nella notte a Monteroni. Intorno all’una infatti un camion della Ecotekno, ditta campana per i riciclo dell’olio, è stato avvolto dalle fiamme distruggendolo e sfiorando anche un’abitazione.

Le fiamme hanno raggiunto il serbatoio contenente l’olio che si è riversato in lungo e in largo per un totale di circa 1.500 litri di olio.

Ad intervenire subito sul posto i vigili del fuoco di Lecce che hanno lavorato fino al mattino, ripulendo e mettendo in sicurezza anche la zona.

Da accertare l’origine dell’incendio.

Category: Cronaca

Lascia un commento