L’OMCEO LECCE RICORDA MARIA MONTEDURO NELLA SEDE DELLA GUARDIA MEDICA A GAGLIANO DEL CAPO

| 27 Aprile 2018 | 0 Comments

Mav_______

Il Sindaco del comune di Gagliano del Capo Carlo Nesca, il presidente dell’Ordine dei Medici di Lecce Donato De Giorgi e il vice Presidente Luigi Peccarisi, si sono incontrati ieri sera presso la sede della Guardia Medica dove prestava servizio la dottoressa Maria Monteduro (nella foto), barbaramente uccisa 19 anni fa, il 25 aprile 1999.

È stata l’occasione per testimoniare un evento drammatico che continua a rimanere indelebile nelle menti non solo degli operatori del settore, ma anche e soprattutto nella cittadinanza che le ha dato i natali.

Medico eccellente, assessore attento, madre encomiabile, moglie ideale, Maria Monteduro continua a vivere nei ricordi di quanti l’hanno conosciuta ed apprezzata. Il suo Comune le ha intitolato il Centro Diurno polivalente mentre l’Ordine dei Medici le ha dedicato la sala Multimediale nella sede di via Nazario Sauro e la commissione ordinistica sulla SICUREZZA E DISAGIO LAVORATIVO.

A distanza di quasi venti anni le violenze contro i medici continuano con episodica casualità soprattutto a carico degli operatori nei posti di frontiera quali le guardie mediche, i pronto soccorso ospedalieri, il 118. L’Ordine dei Medici provinciale, fra gli impegni assunti, è prioritariamente attento contro ogni abuso e violenza in ogni sua manifestazione.

Gli incontri già avvenuti con il Prefetto, i vertici della ASL, il Sindaco del capoluogo salentino, e le istituzioni variamente rappresentate, hanno avuto per tema prioritario la sicurezza nelle sedi di lavoro. L’ incontro di ieri sera a Gagliano ha sancito un patto teso a mantenere indelebile nelle menti un episodio esecrabile, che sia da monito per giungere a ottimali rapporti fra i medici e i pazienti che hanno come obiettivo comune la sconfitta della malattia.
I

 

Category: Costume e società, Eventi

Lascia un commento