banner ad

LA RIFLESSIONE / AFFAIRE XYLELLA / VECCHIE ACCUSE STRUMENTALI, E NUOVE INIZIATIVE PARLAMENTARI

| 22 luglio 2018 | 0 Comments

di Crocifisso Aloisi * (consigliere comunale Galatone – per leccecronaca.it)______

Qual è la vera situazione in provincia di Lecce per quanto rigurda la presenza del batterio Xylella Fastidiosa?

Non abbiamo mai negato la presenza del batterio: d’altronde lo affermano anche i periti della Procura che l’alieno X.F. esiste, forse anche da molto tempo prima, e si sa che noi tifiamo anche per la Procura, da buoni giustizialisti come spesso ci sentiamo dire.

Quello che abbiamo sempre contestato è la mancanza di prove di laboratorio che legittimano giuridicamente e scientificamente l’affermazione che ci sia una epidemia batterica di x.f., nel senso vero del termine epidemia.

Sono ormai passati quasi cinque anni da quel fatidico ottobre 2013 ed ancora non si sa nulla di preciso della reale presenza del batterio all’interno della zona dichiarata infetta già dal 2015, cioè la nostra Provincia.

L’ultima rilevazione ufficiale, fatta nel cantiere Tap di Melendugno (nella foto) ad aprile 2018, ha fornito questi dati: 404 ulivi “sottoposti ad ispezioni visive ufficiali, CAMPIONAMENTO ED ANALISI MOLECOLARE secondo metodi di analisi convalidati a livello internazionale”, dei quali soltanto 3 sono risultati positivi alla presenza del batterio (cioè lo 0,7% !) (fonte Osservatorio Fitosanitario Regionale). Quindi secondo prove di laboratorio.

 

Per il resto si è andato avanti con esami visivi e con l’accettazione, senza dimostrazione con esami veri, dell’assioma ‘albero con sintomi di disseccamento’ allora ‘colpito dal batterio’. Ma quando si passa dagli esami visivi a quelli appunto veri, come prevedono i metodi di analisi internazionale ed il Decreto Martina (” la presenza dell’organismo nocivo è verificata mediante un’analisi e, in caso positivo, essa è individuata effettuando, conformemente alle norme internazionali, almeno un’analisi molecolare positiva ” comma 7 art. 4), allora le cose cambiano. Ed i numeri della reale presenza del batterio sono quasi da prefisso telefonico.

 

Quindi la partita si sta giocando veramente sul versante mediatico (non solo riferito agli esami visivi) e, a fronte di migliaia e migliaia di piante con sintomi da disseccamento, rilevabili ad occhio nudo da chiunque, non corrispondono però i dati di laboratorio richiesti dalla Legge ma si accettano, invece i dati visivi. Anche se le piante sono in deperimento per le sbrancature, potature selvagge, veleni, incendi, funghi lignicoli, rodilegno, sciacalli ecc.ecc. cioè il famoso Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo, ormai tutti si sentono legittimati ad affermare che è tutta colpa del batterio.

Di fronte a queste macroscopiche evidenze, i soggetti interessati si difendono lanciando accuse di ‘negazionismo’ o ‘complottismo’.

Cari signori, c’è un solo modo per smentire e zittire i cosiddetti ‘negazionisti’: per ogni “milione di piante” che si considerano essere “infette dal batterio X.F.” si forniscano almeno “un milione di prove di laboratorio” come previsto dalla LEGGE.
Per quanto riguarda il ‘complotto’ lasciamo perdere, non c’è nessun complotto, è tutto così evidente.

Intanto ben vengano le ultime iniziative parlamentari con la richiesta di istituzione di una Commissione di Inchiesta, su iniziativa degli onorevoli Saverio De Bonis e Lello Ciampolillo, e l’atto di sindacato ispettivo presentato su iniziativa del Senatore Maurizio Buccarella ed altri parlamentari del Gruppo Misto, che stanno contribuendo così a rompere la cappa scientista-mediatica-politica che trasversalmente sta opprimendo il nostro Territorio.

La reazione scomposta e schizofrenica da chi ha sempre accettato ed imposto l’assioma di cui si parlava prima, reazione partita anche da chi proprio non te l’aspetti, è la prova che sono due azioni parlamentari utili per tutti.______

LA RICERCA nel nostro articolo di ieri

L’ INTERVENTO / QUALCOSA DI PENTASTELLATO E DI CAMBIAMENTO SULLA XYLELLA, FINALMENTE! LE DICE, LE SCRIVE E LE PROPONE IL SENATORE MAURIZIO BUCCARELLA, ALLA TESTA DEI COLLEGHI DEL GRUPPO MISTO

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad