VIRGINIA RAGGI ASSOLTA, ROMA SEMPRE A 5 STELLE

| 10 novembre 2018 | 0 Comments

(Rdl)______Vogliamo dire, unanimi in redazione, quello che avremmo detto comunque: che le decisioni  politiche le devono prendere i cittadini con il voto, non i magistrati, che fanno il loro mestiere, e basta; e che se i cittadini romani hanno voluto Virginia Raggi sindaco, ella ha diritto a governare, fino a scadenza mandato, quando di nuovo la parola tornerà ai cittadini, che eserciteranno la loro sovranità per una nuova decisione, di condanna, questa sì inappellabile, o di riconferma.

Era tutto pronto invece, nei partiti, M5S compreso, che ora esulta scompostamente, in maniera uguale e contraria, comunque, all’ accanimento mediatico registrato finora in senso opposto, per riandare subito alle urne, in caso di condanna in primo grado al processo in corso a carico di Virginia Raggi (nella foto), accusata di falso ideologico in atto pubblico, per la storia di una nomina nella sua amministrazione, una vicenda del resto marginale, almeno rispetto a tante altre grane che l’ amministrazione capitolina a Cinque Stelle ha dovuto affrontare dal giugno 2016: la nomina del fratello del suo braccio destro, Raffaele Marra, alla Direzione Turismo.

Oggi c’è stata la sentenza: assolta. “Il fatto c’è, ma non costituisce reato”, come ha detto il giudice Roberto Ranazzi durante la lettura della decisione. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna a dieci mesi.

Questa sentenza spazza via due anni di fango. Vado avanti a testa alta“, il commento a caldo, del sindaco, visibilmente commossa.

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad