banner ad

ALTRE ULTIME DI NERA IN BREVE

| 13 febbraio 2019 | 0 Comments

(e.l.)______

Identificato il presunto autore di uno scippo commesso tre mesi fa ad Aradeo ai danni di un’anziana di 81 anni, alla quale era stata rubata la borsa mentre girava a piedi. Si tratta di un minore di 16 anni. Su disposizione del Tribunale dei Minori di Lecce (nella foto), è stato portato in una comunità.

 

E’ finito in carcere con le accuse di estorsione e di maltrattamenti in famiglia un giovane di Racale di 30 anni, che, benché sottoposto al divieto di avvicinamento ai genitori, era tornato a minacciare la madre, per farsi consegnare 20 euro. Sullo sfondo anche di questa triste vicenda, il dramma della tossicodipendenza, che continua a rovinare tanti giovani e tante famiglie.

 

Spacciandosi quali conoscenti di un fantomatico medico compiacente che avrebbe fatto ottenere l’indennità di accompagnamento ad un anziano di Squinzano, gli hanno chiesto insistentemente 1.000 euro. Ma la sua badante è andata a raccontare tutto ai Carabinieri. Al termine delle relative indagini, per questo motivo, con l’accusa di millantato credito, sono stati arrestati Valerio Genco, 55 anni, e Marialuisa Puce, 46 anni, entrambi di Squinzano. Si  trovano ora ai domiciliari.

 

E’ stato posto invece agli arresti domiciliari, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Luca Vincenti, 50 anni, di Casarano, trovato in possesso, nella perquisizione personale cui era stato sottoposto, di trecentonovantasette grammi di hashish e un grammo di eroina, e, nella succesiva perquisizione domiciliare, di altri trentaquattro grammi di hashish, nonché di materiale utile al confezionamento delle dosi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad