LA POLI BORTONE SI…CONGEDA DAL CENTRO DESTRA. LA COALIZIONE ALLE PRESE CON LE PRIMARIE. SALVEMINI GIRA PER I QUARTIERI. E IL M5S ANNUNCIA ARTURO BAGLIVO. GIA’ IN PIENO SVOLGIMENTO LA CAMPAGNA ELETTORALE PER LA SCELTA DEL NUOVO SINDACO DEI CITTADINI LECCESI. IN VISTA DEL 26 MAGGIO, ECCO QUAL E’ LA SITUAZIONE

| 7 marzo 2019 | 0 Comments

(Rdl)______Il sindaco uscente Carlo Salvemini, ripresentato dalla coalizione di centro sinistra del Pd e liste collegate, è partito lungo, è già in campagna elettorale da un mese, e va per i quartieri a fare i suoi giri, che poi racconta ai giornali in comunicati – stampa dai toni trionfalistici, per rendersi conto di quello che dovrebbe sapere benissimo, anche per non averlo fatto nell’anno e mezzo in cui ha  governato, o per averlo risolto solo sulla carta, appunto quella dei comunicati stampa.

A proposito di collegate, Andare Oltre, il movimento che fa capo al sindaco di Nardò Pippi Mellone, a Lecce con il consigliere comunale Massimo Fragola, ha lasciato il centro – sinistra ed è passato col centro – destra.

A proposito di centro – destra, la situazione si va delineando. Domenica l’altra, il 17 marzo (si voterà in Piazza Palio) la coalizione sceglierà il proprio candidato unitario con le primarie. Tre i candidati annunciati: l’ex assessore Gaetano Messuti, appoggiato da Forza Italia; il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Erio Congedo (nella foto, la confrenza stampa di annuncio della propria candidatura); e il segretario cittadino della Lega Mario Spagnolo.

 

Il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (ed è il primo leader nazionale in visita in città per queste elezioni) sarà a Lecce lunedì 11 marzo, a supporto di Erio Congedo: alle 16.30 è annunciato un loro comizio a Porta San Biagio.

 

Fuori dalle primarie del centro destra, la senatrice Adriana Poli Bortone, ufficialmente di Forza Italia, ma adesso in aperta polemica col suo partito, che correrà da candidato a sindaco da sola, così ha deciso alla fine, appoggiata da liste civiche, vedremo quali saranno.

C’è tempo fino a fine aprile per presentarle, e al solito in tutti i partiti tutto si deciderà all’ultimo giorno utile, o quasi, se non all’ultima ora.

Mancano due mesi e mezzo. I candidati si stanno organizzando in tutti gli schieramenti, la caccia alla prefernza è già partita.

Si vota domenica 26 maggio, in concomitanza con le elezioni europee.

La novità di oggi, è il candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle, già annunciato, Arturo Baglivo, medico ospedaliero, che nell’ufficializzare la decisione, ha mandato questa sera ai giornali un comunicato in cui evidenzia nelle politiche energetiche i capisaldi del suo programma: “Una illuminazione dignitosa delle periferie, della rete stradale e delle piste ciclabili; passaggi pedonali illuminati adeguatamente, che ridurranno gli incidenti; un’illuminazione efficiente in tutte le aree della città a rischio microcriminalità. Occorre un progetto organico per ripensare la città in maniera sostenibile utilizzando fondi regionali ed europei che consentano l’installazione del fotovoltaico in tutte le aree comunali… Un programma di conversione a energia rinnovabile consentirà, a fronte di un investimento inziale, un bilancio in positivo nell’arco di dieci anni. Non è più pensabile, in un territorio che più di altri può contare sulla risorsa sole, il mancato utilizzo dei pannelli per il riscaldamento e di fotovoltaico da immettere in rete per l’abbattimento dei costi…Lecce si deve trasformare in una città più green…”.

 

 

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento