L’ APPROFONDIMENTO / GRETA, DOPO LA GRANDE MANIFESTAZIONE MONDIALE DI VENERDI’. CHE FARE? : ‘Non ci sono soluzioni all’interno dell’ attuale sistema politico-economico. Per sopravvivere, abbiamo bisogno di nuova politica e di una nuova economia. Senza più le logiche di profitto che hanno prodotto questo casino’

| 17 marzo 2019 | 0 Comments

(Rdl)_______

Per la prima volta dopo la straordinaria manifestazione mondiale di venerdì scorso, Greta Thunberg (nella foto) ha parlato, o, per meglio dire, ha scritto, per commentarla.

Lo ha fatto oggi con un post da vero e proprio manifesto per le giovani generazioni, rivolto alle vecchie, che detengono il potere, sul suo diario Facebook.

Eccone il testo, con la traduzione.______

In Friday March 15th 2019 well over 1,5 million students school striked for the climate in 2083 places in 125 countries on all continents.
The favorite argument here in Sweden (and everywhere else…) is that it doesn’t matter what we do because we are all too small to make a difference. Friday’s manifestation was the biggest day of global climate action ever, according to 350.org. It happened because a few schoolchildren from small countries like Sweden, Belgium and Switzerland decided not to go to school because nothing was being done about the climate crisis. We proved that it does matter what you do and that no one is too small to make a difference.

People keep asking me ”what is the solution to the climate crisis.” And how do we ”fix this problem”. They expect me to know the answer.
That is beyond absurd as there are no ”solutions” within our current systems. No one ”knows” exactly what to do. That’s the whole point. We can’t just lower or heighten some taxes or invest in some ”green” funds and go on like before.

Yes there are many many things that are very good and necessary, and improves the situation. Such as solar- and wind power, circular economy, veganism, sustainable farming and so on. But even those are just parts of a greater picture.

We can no longer only focus on individual and separate issues like electrical cars, nuclear power, meat, aviation, bio fuels etc etc. We urgently need a holistic view to adress the full sustainability crisis and the ongoing ecological disaster. And this is why I keep saying that we need to start treating the crisis as the crisis it is. Because only then – and only guided by the best available science (as is clearly stated throughout the Paris Agreement) can we together start creating the global way forward.
But that can never happen as long as we allow the ”yeah-but-what-about-nuclear-power-then-debate” to go on and on and on. This is wasting our time. This is climate delayer-ism. We need to keep a great number of thoughts in our head at same time and yet move forward with the changes at unprecedented speed.

Nuclear power, according to the IPCC, can be a small part of a very big new carbon free energy solution, especially in countries and areas that lack the possibility of a full scale renewable energy supply – even though its extremely dangerous, expensive and time consuming. But let’s leave that debate until we start looking at the full picture.

Some people seem so desperate to go on with the comforts and luxuries of their every day life that they tell others to not have any children. As children, speaking for our little sisters and brothers, we don’t find that very encouraging. It is not us or future generations who have created this. And yet – once again – you blame us.

If not even the scientists, politicians, media and the UN currently can speak up on what exactly needs to be done to ”solve” the climate crisis (in other words, dramatically lowering our emissions starting today) , then how could we, some schoolchildren, know? How can you leave that burden to us?

Once you have done your homework, you realize that we need new politics. We need a new economics, where everything is based on our rapidly declining and extremely limited carbon budget.

But that is not enough. We need a whole new way of thinking. The political system that you have created is all about competition. You cheat when you can because all that matters is to win. To get power. That must come to an end. We must stop competing with each other. We need to start cooperating and sharing the remaining resources of this planet in a fair way. We need to start living within the planetary boundaries, focus on equity and take a few steps back for the sake of all living species.
We are just passing on the words of the science. Our only demand is that you start listening to it. And then start acting.

So please stop asking your children for the answers to your own mess______

Venerdì 15 marzo 2019 ben oltre un milione e mezzo di studenti hanno scioperato per il clima in 2083 città di 125 Paesi in tutti i continenti.
L’ argomento preferito qui in Svezia (e ovunque altro…) è che non importa quello che facciamo perché siamo tutti troppo piccoli per fare la differenza.

La manifestazione di venerdì è stata la giornata più grande dell’azione climatica globale di sempre, secondo 350.org.

È successo perché alcuni scolari provenienti da piccoli paesi come Svezia, Belgio e Svizzera hanno deciso di non andare a scuola perché non si è fatto nulla per la crisi climatica. Abbiamo dimostrato che importa quello che fai e che nessuno è troppo piccolo per fare la differenza.

La gente continua a chiedermi ” qual è la soluzione per la crisi climatica” e come si fa a ” risolvere questo problema “.

Si aspettano che io sappia la risposta.
Questo è più che assurdo in quanto non ci sono “soluzioni” All’interno dei nostri sistemi attuali. Nessuno “sa” esattamente cosa fare. Questo è l’intero punto. Non possiamo solo abbassare o amplificare alcune tasse o investire in alcuni fondi “Green” e andare avanti come prima.

Sì, ci sono molte tante cose che sono molto buone e necessarie, e migliora la situazione. Come l’energia solare e eolica, l’economia circolare, il veganismo, l’agricoltura sostenibile e così via. Ma anche quelle sono solo parti di una foto più grande.

Non possiamo più concentrarci solo su questioni individuali e separate come le auto elettriche, il potere nucleare, la carne, l’aviazione, i carburanti bio ecc ecc.

Abbiamo urgente bisogno di una visione olistica per affrontare la piena crisi di sostenibilità e il disastro ecologico in corso. Ed è per questo che continuo a dire che dobbiamo iniziare a trattare la crisi come la crisi che è. Perché solo allora – e solo guidati dalla migliore scienza disponibile (come si dice chiaramente in tutto l’accordo di Parigi)- possiamo insieme iniziare a creare la strada globale in avanti.
Ma questo non può mai accadere finché permettiamo il “Sì-ma-che-nucleare-POTERE-allora-dibattito” per andare avanti e avanti e avanti. Questo sta perdendo il nostro tempo. Questo è il clima delayer-Ism. Abbiamo bisogno di tenere un gran numero di pensieri nella nostra testa allo stesso tempo e comunque andare avanti con i cambiamenti a velocità senza precedenti.

La potenza nucleare, secondo l’ipcc, può essere una piccola parte di una grande nuova soluzione di energia in carbonio, soprattutto nei paesi e nelle aree che non hanno la possibilità di una fornitura di energia rinnovabile a scala completa – anche se è estremamente pericolosa, costosa e a tempo consumo ….Ma lasciamo quel dibattito fino a quando non iniziamo a guardare la foto completa.

Alcune persone sembrano così disperate di andare avanti con i comfort e i lussi della loro vita quotidiana, che dicono agli altri di non avere figli. Da bambini, parlando per le nostre sorelline e fratelli, non lo troviamo molto incoraggiante. Non siamo noi o le generazioni future che lo hanno provocato tutto questo. Eppure – ancora una volta – ce ne date la colpa.

Se non anche gli scienziati, i politici, i media e l’Onu attualmente possono parlare di ciò che esattamente deve essere fatto per “risolvere” la crisi climatica (in altre parole, abbassando drasticamente le nostre emissioni a partire da oggi), allora come potremmo, alcuni scolari , lo sapete? Come potete lasciare quel peso a noi?

Una volta che hai fatto i compiti, ti accorgi che abbiamo bisogno di nuova politica. Abbiamo bisogno di una nuova economia, dove tutto si basa sul nostro bilancio di carbonio in rapida diminuzione e estremamente limitato.

Ma questo non è abbastanza. Abbiamo bisogno di un modo tutto nuovo di pensare. Il sistema politico che avete creato è tutta una questione di competizione. Si tradisce quando si può perché tutto ciò che conta è vincere. Per ottenere il potere. Questo deve arrivare al termine. Dobbiamo smettere di competere l’uno con l’altro. Dobbiamo iniziare a collaborare e a condividere le restanti risorse di questo pianeta in modo giusto.

Dobbiamo iniziare a vivere entro i confini planetari, concentrarci sull’equità, e a fare qualche passo indietro per il bene di tutte le specie viventi.
Stiamo solo trasmettendo le parole della scienza. La nostra unica richiesta è che voi iniziate ad ascoltarle. E poi iniziate ad agire.

Quindi per favore smettetela di chiedere ai vostri  figli le risposte al casino che avete combinato voi.______

LA RICERCA nel nostro articolo di venerdì scorso

“Ci avete rotto i polmoni”, IL LORO CANTO LIBERO. “Friday for future”, IN PIU’ DI DUEMILA A LECCE CITTA’ INSIEME A QUELLI DI TUTTO IL MONDO: I RAGAZZI CON LUCIDITA’ E DETERMINAZIONE RIVENDICANO IL LORO FUTURO E LA SALVEZZA PER TUTTI, L’UNICA CERTEZZA, L’ULTIMA SPERANZA

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento