banner ad

L’APPROFONDIMENTO / IL METANO TI DA’ UNA MANO…A DISTRUGGERE IL PIANETA. MENTRE LA COMUNITA’ SCIENTIFICA INTERNAZIONALE DENUNCIA I PERICOLI – “Aumento del gas metano: la nuova sfida climatica” – NOI CI METTIAMO IN CASA UN ENORME GASDOTTO. GRAZIE A IDEATORI AFFARISTI E POLITICI TRADITORI DELLE PROMESSE

| 13 giugno 2019 | 0 Comments

(g.p.)_______“Nel 2007, la quantità di metano nell’atmosfera (CH4) ha iniziato a salire dopo un periodo di crescita prossima allo zero. Ricerche recenti mostrano che nel secondo caso si è verificato un secondo cambiamento nel 2014. Dal 2014 ad almeno la fine del 2018, la quantità di CH4 nell’atmosfera è aumentata quasi del doppio rispetto a quella osservata dal 2007. Poiché il CH4 è un potente gas serra, l’aumento del CH4 atmosferico rappresenta una sfida importante per raggiungere gli obiettivi stabiliti nell’accordo di Parigi, un consenso internazionale per limitare l’aumento di temperatura a 2 ° C o, se possibile, a 1,5 ° C sopra i livelli preindustriali”.

Comincia così un lungo, chiaro e circostanziato studio, da cui pure io che sono un semplice, umile giornalista, che non capisco nulla di chimica, di fisica, di ingegneria, e poco e punto di lingua inglese e di tante altre cose, ho capito un’altra volta, e ‘stavolta più chiaramente delle precedenti,  che la decarbonizzazione che taluni acuti strateghi politici e autorevoli statisti delle cause a perdere e a devastare, come quella dei reimpianti con specie aliene degli ulivi criminalmente eradicati, continuano a proporre a colpi di gas naturale, quindi di metano, è una barzelletta. Tragica, ma sempre barzelletta.

Articolo consigliato pure agli ideatori del gasdotto Tap, approfittatori dell’ alta finanza internazionale e ai politici italiani loro camerieri, ivi compresi quelli che si sono vergognosamente rimangiati le promesse fatte in campagna elettorale, quando, una volta al governo, avevano tutte le opportunità e le possibilità di bloccarlo una volta e per tutte.

Lo firmano Sara E. Mikaloff Fletcher e Hinrich Schaefer, del National Institute of Water and Atmospheric Research (NIWA), Greta Point, Wellington, Nuova Zelanda.

Lo pubblica Science, una rivista scientifica di prestigio internazionale, edita dall’American Association for the Advancement of Science, considerata una delle due più importanti in campo scientifico, insieme a Nature.

Saranno mica ‘complottiti’, ‘santoni’ e via insultando pure tutti questi?

Il testo integrale e originale è consultabile al link

https://science.sciencemag.org/content/364/6444/932?fbclid=IwAR3cKAeCUJI_5zyFRMb5oDN_r0gkoNN9fC2epWDnrZNKjAHwtd0gPtAPjYo

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad