banner ad

“Pirodiserbo: lotta sostenibile alle malerbe, basta chimica!”

| 13 giugno 2019 | 0 Comments

(t.c.)______Venerdì 14 giugno, alle 19.30, a Melpignano, in piazza San Giorgio, nell’ambito della rassegna “Al Mercato del Giusto- Dalla terra per la terra”, ci sarà la prima presentazione nel Salento di una pratica – denominata “pirodiserbo” – nella gestione del verde urbano e del diserbo nelle aziende agricole, senza l’uso di prodotti chimici, e con impatti ambientali e sanitari pari a zero.

Come spiegano gli organizzatori, si tratta di “una novità importante, un mezzo di controllo delle infestanti che agisce mediante una fiamma libera ad alto potere termico, generata da appositi bruciatori alimentati a gas propano. Il meccanismo è quello dello “choc termico”, ossia della “lessatura” dei tessuti vegetali sottoposti ad alta temperatura (circa 1400C°) per pochi decimi di secondo. È considerata la tecnica ideale laddove non si vuole o non si può usare il tradizionale erbicida chimico, soprattutto dopo l’entrata in vigore del PAN (Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari). È contemplata dalla normativa come tecnica alternativa consigliata, l’antitesi rispetto all’uso del Glyphosate in aree urbane e rurali. Ha il grande merito di non disperdere sostanze potenzialmente tossiche nell’ambiente e di non lasciare residui sul terreno e sulle piante”.

Ne parleranno Carlo De Michele (nella foto), medico di Isde- associazione dei Medici per l’Ambiente, e Nicola Grittani, rappresentante di Maito, azienda di Arezzo leader in Italia nell’impiego di questo metodo.

 

 

Category: Cronaca, Eventi

Lascia un commento

banner ad
banner ad