banner ad

STILISTI MILANESI E BANCHIERI TORINESI. DIRETTE RAI IN STILE ISOLA DEI FAMOSI. INIZIATIVE SEDICENTI AMBIENTALI, CON I SOLDI DEI CITTADINI. CONTAMINAZIONE DOPO CONTAMINAZIONE, ORA NON SOLO PIU’ MUSICALI, LA SCONFORTANTE DERIVA DELLA NOTTE DELLA TARANTA PARE INARRESTABILE. MA PER MASSIMO MANERA VA BENE COSI’

| 25 giugno 2019 | 0 Comments

di Carmen Leo______Conferenza – stampa questa mattina a Lecce, della Fondazione della Notte della Taranta. Per poter fare domande? No, al solito, passerella – spettacolo dei protagonisti, senza contraddittorio, malcostume, del resto, purtroppo abbastanza diffuso e generalizzato.

Per ascoltare qualcosa di sostanziale sulla manifestazione, dopo le polemiche delle ultime settimane, sulla brutta deriva che edizione dopo edizione il Concertone ha preso, finendo con lo svilire la sua identità culturale, e quella del Territorio, di cui dovrebbe essere espressione?

Macché. Oggi si è parlato di riqualificare quattro oasi marine in Sud Italia, fra cui  la Baia di Torre Squillace, a Nardò, “al centro della zona di protezione dell’area marina protetta di Porto Cesareo”, così recita alla lettera il comunicato pubblicitario, come se l’Area Marina in questione non fosse già protetta, appunto, e sotto precise responsabilità gestionali altrui.

Più pubblicità commerciale per Intesa San Paolo, grande gruppo bancario torinese, e fini dizioni di sponsor successivi.

Più pubblicità politica per Legambiente, che così può tornare a parlare di ambiente, dopo essere stata assente e reticente su Cerano, Ilva, Tap, pesticidi e chissà quant’altro.

Attenzione. Le presunte riqualificazioni saranno fatte se i cittadini ci metteranno i soldi di tasca propria, in un’apposita raccolta fondi. Mica con almeno una parte del milione e mezzo di euro di fondi pubblici che la Fondazione La Notte della Taranta ha avuto nel 2018 e di cui non esiste rendicontazione in uscita. Mica con i soldi di Intesa San Paolo, che così si fa solo pubblicità gratuita.

 

Poi, ancora pubblicità, come quella avuta e che avrà lo stilista milanese Angelo Cruciani, creatore – è stato annunciato questa mattina – della t-shirt ufficiale della manifestazione, prodotta dall’ azienda Yezael, “excentric fashion brand based in Milan”.

Ecco quanto.

Comunque, pur non piacendoci il giornalismo stile Iene, visto che egli non aveva risposto alle domande che gli avevamo fatto dal nostro quotidiano, questa mattina, in sede di sedicente “conferenza stampa”, abbiamo educatamente provato ad avvicinarlo, per dargli la possibilità di replicare, se lo avesse voluto.

Ecco tutto quanto quello che Massimo Manera (nella foto) ha creduto oggi di dover rispondere a leccecronaca.it

D.) Come si è configurata la scelta di Belen Rodriguez e Stefano De Martino a conduttori dell’evento La Notte della Taranta?

R.) “La scelta non è stata effettuata dall’organizzazione dell’evento, ma dal direttivo della televisione di stato, Rai Due, che offrirà gratuitamente quattro ore di diretta televisiva nazionale”

D.) Come mai, secondo lei, non ci si è orientati su personaggi maggiormente attinenti al mondo della musica, anche a livello locale?

R.) “Sono scelte prettamente televisive. Anche lo scorso anno la diretta di Rai 5 è stata condotta da una giornalista di rubriche economiche. I due comunque saranno voci fuori campo che non saliranno mai sul palco. Faranno la cronaca da esterni all’evento, puramente musicale, per la rete televisiva nazionale”.

Poi basta. Tutto qui. Ma sarà il caso, caso mai, di riparlarne, sperando miglior fortuna alla prossima occasione, scelte commerciali, pubblicitarie e derive di contaminazioni varie comprese.______

LA RICERCA nel nostro articolo del 4 giugno scorso

LA BRILLANTE IDEA DI PORTARE BELEN E DE MARTINO AL CONCERTONE: MASSIMO MANERA RISPONDA, PER FAVORE

Category: Cronaca, Cultura, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad