C’ERA UNA VOLTA LOTTA CONTINUA. C’ERA UNA VOLTA COMUNIONE E LIBERAZIONE. ADESSO NON CI SONO PIU’, CI SONO CAMPAGNA – ELETTORALE- CONTINUA E COMUNIONE ED OCCUPAZIONE. DEL POTERE. CON…MICHELE EMILIANO, CHE HA PRESENTATO OGGI IL SUO DELIRANTE MANIFESTO POLITICO DEL NUOVO TRASFORMISMO

| 1 agosto 2019 | 0 Comments

(g.p.)_______

Io credo che a questo mondo 
Esista solo una grande chiesa 
Che passa da Che Guevara 
E arriva fino a Madre Teresa
Passando da Malcom X 
Attraverso Gandhi e San Patrignano 
Arriva da un prete in periferia 
Che va avanti nonostante il Vaticano
Io penso positivo 
Perché son vivo, perché son vivo.

Così cantava e teorizzava artisticamente Jovanotti nel 1994.

Lui, politicamente, ha fatto di meglio, ha preso nella sua personale grande chiesa pugliese di tutto e di più, basta che portassero voti, e li ha in un modo  nell’altro più o meno adeguatamente ricompensati.

In questi quattro anni in cui avrebbe dovuto fare il presidente, nonché l’assessore alla sanità, della Regione Puglia, in realtà Michele Emiliano (nella foto del 24 luglio scorso durante una manifestazione sanitaria all’ospedale Perrino di Brindisi) ha fatto il leader nazionale, o aspirante tale, del Pd, e lo sceriffo del su partito in Puglia, impicciandosi direttamente di tutte le elezioni, politiche,  amministrative che fossero, in tutte le città e in tutti i paesi. E’ stato in campagna elettorale continua. E ora, che deve affrontare prima le primarie interne del PD, poi le regionali della prossima primavera, è partito largo, e oggi ha presentato una specie di incredibile manifesto politico, che tenta la riverniciatura del vecchio, squallidamente riesumato, becero, confuso e confusionario trasformismo politico, quale base ideologica che dovrebbe legittimare la sua rielezione.

Si intitola CON. Eccone, vera e propria limpida meraviglia di un delirante fermento, il memorabile incipit:

“Semplice, aperto, inclusivo: iniziamo oggi un percorso politico rivolgendo un invito a tutti coloro che intendono essere parte attiva nel dibattito che porterà alle regionali 2020.

Partiamo da un concetto basilare CON che esprime affiancamento, connessione, inerenza, e realizza due significati fondamentali, rispettivamente ‘insieme con’ e ‘mediante’ che riferiti a persone, cose, atteggiamenti, stati d’animo, circostanze, assumono profili molto diversi e complementari.

Questo è il primo passo di un percorso che verrà costruito insieme a tutte quelle esperienze soggettive e collettive che hanno desiderio di essere parte attiva nella società.

Non ci sono nomi precostituiti, questa iniziativa apre uno spazio di coinvolgimento che comincia oggi, con il desiderio di mettere in movimento energie, idee, storie, persone.

Un foglio bianco, che scriveremo insieme.

CON è un luogo di comunione, di comunità che parte dalla Puglia e si estende al mondo intero” .

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento