banner ad

LA NUOVA RACCOLTA POETICA DI ENRICO ROMANO

| 30 settembre 2019 | 4 Comments

di Raffaele Polo______

Con ‘Moltitudini di nulla’ (Il Raggio Verde, 12 euro – presentazione sabato 5 ottobre, alle 18, a Lecce, alla Galleria Maccagnani, in via Vittorio Emanuele II  56 ) Enrico Romano continua la sua personalissima ricerca, divagando su vari temi, come ci spiega proprio nella sua Prefazione, che si unisce a quella di Mariacarla De Giorgi Burmer e alla Postfazione di Chiara Armillis: “Anche stavolta ho proceduto con la sperimentazione del difficilissimo uso dell’asindeto (com’è noto, non amo le cose facili), ma senza estenderlo a tutti i componimenti nei quali ho tentato d’essere guidato dalla fluidità del suono e dalla brevità degli stessi componimenti. Oltre alla eliminazione delle congiunzioni coordinative, dunque, ho anche tentato di confermare la tendenza alla “sottrazione”, ossia elidere, per quanto possibile, articoli, avverbi, pronomi personali, verbi per tendere alla bellezza del componimento attraverso l’asciuttezza, l’elasticità del costrutto, oltreché del contenuto…”

E questa precisazione la dice lunga sul fare poetico del Nostro, sempre intessuto di spirito di ricerca e sperimentazione, che non gli fanno dimenticare né trascurare l’uso dell’aforismo (cui è dedicata una buona parte del finale della raccolta) in una sorta di continuum che non vuole farsi mancare nulla, in un perenne gioco serio e poetico che scaturisce da un animo particolarmente sensibile e proteso verso la sublimazione della composizione poetica.

Stavolta, più in particolare, sono scanditi anche i ‘versi in metrica’ che sottolineano la più che evidente amarezza esistenziale del Poeta, che sintetizza il titolo della raccolta con la breve composizione messa all’inizio della silloge:

cambia il paesaggio

d’umane levature,

svenduta la mente

ad inesistenti concetti

l’opportuno rifulge

di squallido ardore,

restano dominanti

moltitudini di nulla!

 

Un testo poetico decisamente valido ed interessante, che continua e prosegue la vasta produzione dell’architetto leccese, poeta di ottima levatura e sensibile esploratore dell’animo umano…

 

Category: Cronaca, Cultura, Eventi, Libri

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Valerio Martini ha detto:

    Il 5 ottobre è sabato. Non giovedì.

  2. redazione ha detto:

    Chiediamo scusa, e grazie. Abbiamo corretto

  3. Tiziana Buccarella ha detto:

    Anche Raccolta e non Racconta..magari

  4. redazione ha detto:

    Sì, vero, abbiamo corretto anche qui, grazie

Lascia un commento

banner ad
banner ad