banner ad

KNOS CAOS

| 30 ottobre 2019 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi ci manda il seguente comunicato______

Lecce. Manifatture Knos. Trevisi (M5S): “Serve cambio radicale nella gestione. Devono diventare eccellenza per il territorio”

“Le Manifatture Knos avrebbero dovuto essere un’eccellenza per il territorio, un polo di crescita della città, sul modello di altre realtà italiane e straniere. Invece in questi anni, purtroppo, la struttura è stata sfruttata poco e male. Serve un cambio radicale, una nuova visione che sia capace di coniugare al contempo una gestione ‘sociale’ ma anche imprenditoriale, che possa creare  economia per investire in cultura e servizi. Una struttura che ospiti congressi e spazi di coworking, gestita da imprenditori e gruppi di associazioni capaci di intercettare anche finanziamenti europei per far crescere lo spazio”.

Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi, in seguito all’incontro convocato ieri dal Presidente della Provincia di Lecce Minerva e numerose associazioni per una nuova gestione delle Manifatture dopo gli anni di affidamenti diretti.

“Da un anno sono scaduti i termini di gestione e prendiamo atto della seconda proroga in 12 mesi – incalza Trevisi –  ed è  certamente apprezzabile la volontà di ascoltare le varie proposte ma chiediamo che al termine di questa ulteriore proroga si proceda con un nuovo bando che riesca ad individuare operatori solidi e capaci di coniugare capacità imprenditoriali con attività culturali”.

Trevisi sottolinea come la struttura negli anni avrebbe dovuto essere messa a norma per ospitare grandi eventi, mentre si sono registrate solo manifestazioni sporadiche, seppur con migliaia di partecipanti, che non hanno dato alcun beneficio economico alla città.

“È giusto  – continua il pentastellato – che le piccole associazioni possano trovare uno spazio gratuito, ma va fatto un bando di gara pubblico. L’attuale gestione ha usufruito gratuitamente di questa struttura per oltre 12 anni, incassando anche i proventi della vendita dei biglietti per le manifestazioni e delle attività di ristorazione, ma non ha mai messo a norma gli spazi per ospitare grandi eventi, non permettendo quindi a Lecce di avere quella crescita che invece avrebbe potuto e dovuto avere con una gestione adeguata. Se in estate il Salento è sinonimo di eventi, musica e cultura non si può dire lo stesso nei mesi invernali. I tour più importanti si fermano a Bari quando anche Lecce ed il Salento meritano uno spazio polifunzionale di qualità.

Ci chiediamo se per l’evento previsto per la notte di Halloween dove ogni anno si registra il pienone, con migliaia di ragazzi, vi siano le necessarie misure di sicurezza e prevenzione, considerando che sembrerebbe la struttura non sia  a norma per ospitare un pubblico numeroso”.

 

 

Category: Cronaca, Cultura, Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento

banner ad
banner ad