“Dovremmo stare attenti a chi non lo è”

| 10 marzo 2020 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Paola Scialpi (nella foto) ci scrive______

Purtroppo il Covid 19 mette la nostra vita dinanzi ad una grande  emergenza che ci impone cambiamenti radicali delle nostre abitudini.

Io personalmente ho fiducia nel senso di responsabilità dei leccesi. Siamo di solito persone capaci di solidarietà e condivisione. Questo permetterà ,lo spero, di combattere questo terribile virus. Il mio appello come cittadina va a tutti perché con i nostri comportamenti possiamo sconfiggere questo nemico invisibile.

Stiamo a casa ,riscopriamo la bellezza di leggere un buon libro, riprendiamo a dialogare molto più di prima, dilatiamo il tempo delle nostre azioni.

Vorrei fare un appello al nostro sindaco Carlo Salvemini.

Purtroppo non basta l’impegno di noi cittadini, anche se responsabili nel novanta per cento dei casi ma dovremmo stare attenti a chi non lo è. C’è chi sputa per terra , c’è chi fa delle cose per strada che sono sinonimo di inciviltà. Proprio per questo pregherei e mi scuso se sono state già attuate di predisporre delle azioni di disinfestazione di strade e marciapiedi, dei mezzi pubblici per chi è costretto ad usarli.

Fornire i taxi di disinfettanti,riaprire i bagni pubblici con personale addetto alle pulizie. I marciapiedi delle stazioni ,i vagoni dei treni.

L’esempio cinese ci deve insegnare che oltre a proibire certi comportamenti bisogna combattere il virus con la pulizia frequente degli ambienti.

Signor Sindaco questo mio appello è semplicemente quello di una comune cittadina che spera di ritornare alla serenità di prima come credo che sia anche il suo desiderio.

Category: Cronaca, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento