banner ad

TAP ITALIA RISPONDE A leccecronaca.it : ‘SEGUIAMO TUTTE LE DISPOSIZIONI SANITARIE. CI ATTERREMO ALLE DISPOSIZIONI DEL GOVERNO ANCHE PER QUANTO ANNUNCIATO QUESTA NOTTE, SIAMO IN ATTESA’

| 22 marzo 2020 | 0 Comments

(g.p.)______Come rispondete alle richieste inoltrate alle autorità competenti, in primis dal sindaco di Melendugno Marco Potì, di fermo del cantiere, in relazione all’emergenza sanitaria in atto, mentre le attività di cantiere stanno proseguendo anche oggi?

E poi, al di là di questo: siccome al momento non è chiaro, non essendoci ancora il testo del decreto governativo, se la costruzione del gasdotto rientri nel blocco delle attività produttive “non strettamente necessarie” annunciato questa notte dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, le nuove misure vi riguardano?

Sono queste le domande che leccecronaca.it ha rivolto pochi minuti fa a Tap Italia, ovviamente il tutto tramite telefono e mail.

Ecco le risposte di Luigi Quantanta, Senior Media Advisor di Tap:

“Le trasmetto la comunicazione elaborata congiuntamente dagli uffici stampa a livello corporate (a Baar in Svizzera) e dei singoli paesi.

Quanto alle comunicazioni del Presidente del Consiglio di questa notte, le confermo che al momento, ore 13.10 di domenica 22 marzo 2020, siamo in attesa di conoscere le determinazioni concrete del governo, alle quali come sempre ci atterremo scrupolosamente.

Per il resto, TAP ha messo in atto numerose azioni per prevenire la diffusione del Coronavirus: la gran parte dei dipendenti e consulenti in tutti i paesi (Albania, Grecia, Italia e Svizzera) lavora da casa grazie al “lavoro agile”; l’organizzazione del lavoro del personale attivo nei cantieri segue rigorosamente le disposizioni sanitarie dei paesi interessati: proseguono solo le attività indispensabili, sulla falsariga di quanto previsto per le aziende di servizio che riforniscono di energia le case e le aziende; parallelamente, viene promossa la conoscenza e l’applicazione dei corretti comportamenti per contenere la diffusione del virus; cantieri e uffici di TAP vengono sanificati con regolarità, secondo le migliori prassi in materia di igiene pubblica e le disposizioni delle autorità sanitarie; TAP infine agisce in stretto coordinamento e in continuo contatto con i propri contrattisti per la implementazione delle misure a tutela della salute e della sicurezza dei loro lavoratori. 

Nonostante le difficoltà legate alle disposizioni di isolamento e quarantena nei vari paesi, TAP è impegnata a definire la più efficace strategia per ultimare i lavori di costruzione e di collaudo del gasdotto osservando rigorosamente le disposizioni delle autorità sanitarie, per procedere verso l’obiettivo di iniziare le consegne di gas entro il 2020. 

Tap continuerà a monitorare con la massima attenzione l’evoluzione della COVID, e si adeguerà alle disposizioni delle autorità sanitarie nazionali e internazionali, mettendo sempre al centro della propria attività la salute dei propri collaboratori”.______

LA RICERCA nel nostro articolo del 17 marzo scorso

SCUSATE, MA IL CANTIERE TAP NON FA PARTE DELL’ITALIA? IL SINDACO DI MELENDUGNO MARCO POTI’ E’ PREOCCUPATO PER LA SITUAZIONE SANITARIA SUL SUO TERRITORIO, DOVE TAP CONTINUA A COSTRUIRE IL GASDOTTO, NONOSTANTE DECRETI E ORDINANZE SULL’EMERGENZA SANITARIA

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad