L’ULTIMO SALUTO AL PICCOLO DIEGO, MORTO A TRE ANNI NEL FANGO DI UN FIUME. DA BARNALDA A TUTTA ITALIA LA COMMOZIONE PER QUESTA ASSURDA TRAGEDIA

| 28 marzo 2020 | 0 Comments

(e.l.)______“Una tragedia senza senso che spezza in due il cuore di tutti noi”. Così pochi minuti fa il sindaco di Bernalda Domenico Tataranno, che ha proclamato due giorni di lutto cittadino.

Questa mattina il corpicino del piccolo Diego Sgambato è stato ritrovato senza vita dai Carabinieri di Pisticci, che insieme ai colleghi del Centro Cinofilo e quindi con l’ausilio dei loro cani ‘molecolari’ lo stavano cercando da ieri, da quando era scomparso.

Era nel fango e nell’acqua sporca ingrossata dalle piogge delle ultime ore del fiume Bradano, in un canneto nei pressi della foce, territorio di Metaponto, costa jonica della Basilicata, provincia di Matera.

Ieri mattina, prima di mezzogiorno, in un attimo i genitori, agricoltori, residenti in contrada Marinella di Metaponto, ai confini con la provincia di Taranto, comune di Bernalda, non lo hanno più visto giocare in campagna, insieme al cagnolino di casa, sotto i loro occhi.

Diego frequentava l’asilo a Marina di Ginosa, ma in questi giorni era a casa con i suoi per l’emergenza sanitaria.L’allarme è scattato subito, le ricerche sono andate avanti senza sosta, purtroppo con la dolorosa scoperta di questa mattina.

Probabilmente il piccolo è scivolato ed è annegato. Le indagini sono comunque ancora in corso.

Rimane però ora solo il dolore di tutta una comunità, e la commozione che sta viaggiando per tutta l’Italia.

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento