EMERGENZA COVID-19, I DATI DI QUESTA SERA: DISATTESA LA DECRESCITA, RIAPERTURE OPPORTUNE?

| 11 Aprile 2020 | 0 Comments

Mav______I decessi di oggi 11 aprile sono 619. Continua a non abbassarsi la curva di decrescita e salgono ancora i contagi. Calano solo i ricoveri, ma non in Lombardia, dove sono di nuovo in aumento.

Ci chiediamo se le misure di allentamento delle chiusure sia stata opportuna in questo momento. Era davvero improcrastinabile, come tutto il resto, la riapertura di librerie e negozi per bambini?

Questi i dati dalla sede della protezione civile.

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 100.269 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 152.271 i casi totali.

I nuovi contagiati sono 3381, 116 meno di ieri. Sono ricoverate con sintomi 28144 persone, 98 meno di ieri. Continua a crescere il numero dei guariti di circa duemila persone al giorno: sono in totale 32.534, per un aumento di 2079 rispetto a ieri, quando erano 1985.

 

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 30.258 in Lombardia, 13.495 in Emilia-Romagna, 12.170 in Piemonte, 10.749 in Veneto, 5.992 in Toscana, 3.730 nel Lazio, 3.333 in Liguria, 3.231 nelle Marche,  3.002 in Campania, 2.402 in Puglia, 2.064 nella Provincia autonoma di Trento,  2.001 in Sicilia, 1.724 in Abruzzo, 1.382 in Friuli Venezia Giulia, 1.269 nella Provincia autonoma di Bolzano, 888 in Sardegna, 792 in Calabria, 723 in Umbria, 590 in Valle d’Aosta, 281 in Basilicata e 193 in Molise.

Sono 32.534 le persone guarite. I deceduti sono 19.468, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Sono 1.544 le persone risultate positive al coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore. Il giorno precedente si erano fermate a 1.246. I pazienti deceduti ieri sono 273 in aumento rispetto al giorno precedente quando si erano fermati a 216. I ricoverati non in terapia intensiva sono 12.026 con un aumento di 149 mentre ieri erano aumentati di 81, i ricoverati in terapia intensiva sono 1.174 con un calo di 28 pazienti mentre ieri erano in calo di 34. Sono i dati resi noti dall’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. “Ci sono ancora un po’ di ricoverati, il dato a volte si abbassa a volte si alza” ma “le persone che arrivano a essere ricoverate sono meno gravi rispetto a quello che succedeva in precedenza”, ha spiegato Gallera che questa mattina è stato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. “Un primario mi ha detto proprio questo, che stiamo imparando a gestire questo virus che, quando non trova tante persone su cui scatenarsi come una bomba, è più debole”.

 

Resta costante l’aumento di nuovi casi di contagio da coronavirus in Puglia, oggi 95 su 1.651 tamponi eseguiti, ieri erano stati 93. Ma torna a crescere il numero dei decessi: oggi ne sono stati registrati 15: otto in provincia di Bari, tre in provincia di Foggia, due nella provincia di Taranto e 2 di cittadini non pugliesi. Aumentano, però, anche i pazienti guariti, in numero totale è di 249, poco inferiore a quello delle persone morte, 253. L’indice di letalità in Puglia è dell’8,7%. Calano i ricoveri negli ospedali, attualmente sono 700, mentre i pugliesi in isolamento a casa sono 1.136.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 29.463 test, complessivamente i casi positivi sono 2.904, circa il 10%. La provincia di Bari è quella che presenta il maggior numero di contagiati, 913, segue il Foggiano con 724 e il Leccese, 418 ammalati.

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento