“L’affaire André Cools”. POLITICA, AFFARI, MAFIA E CADAVERI ECCELLENTI. LA ‘PRIMA REPUBBLICA’ DEL BELGIO E DELL’ITALIA RITORNA DI ATTUALITA’ 30 ANNI DOPO: ARRESTATO A VEGLIE UN SALENTINO ORAMAI ANZIANO RITENUTO L’ORGANIZZATORE DI UN OMICIDIO

| 29 Aprile 2020 | 0 Comments

(e.l.)_____I Carabinieri di Veglie hanno eseguito ieri un mandato di arresto europeo, proveniente dalla magistratura belga, nei confronti di Cosimo Damiano Solazzo, 72 anni, di Carmiano, in seguito ad una condanna a 20 anni della Corte d’Appello di Liegi, relativa all’omicidio di Andree Cools, già presidente del Partito Socialista belga ed ex vice Primo Ministro del Belgio, assassinato nel 1991.

I giudici hanno confermato che il ruolo del Solazzo, già condannato  nel 2004, fu quello di individuare i due killer, due persone di origine tunisina assoldate in Sicilia ove svolgevano la mansione di braccianti agricoli, condurli a Liegi e trovare loro una sistemazione, prima che entrassero in azione.

Attualmente  si trova ai domiciliari: gli verrà applicato il braccialetto elettronico.

André Cools è stato un politico belga, presidente del Partito socialista socialista dal 1973 al 1978, ministro delle Finanze dal 1968 al 1971 e vice primo ministro del Belgio dal 1969 al 1973, assassinato come detto nel 1991.

Le indagini condotte dalla polizia sul suo assassinio portarono alla luce diversi scandali a sfondo economico e politico: il più eclatante riguardava le procedure di acquisto da parte dell’esercito belga di elicotteri prodotti dall’azienda italiana Agusta.

La società era di proprietà dell’industriale Corrado Agusta e fratelli, famiglia legata al PSI di Bettino Craxi allora egemone per molteplici circostanze e più volte ritornata protagonista delle cronache di quegli anni.

Fu poi venduta al settore pubblico dello Stato italiano.

 

André Cools fu assassinato a Liegi a colpi di proiettili il 18 luglio 1991 alle 7.25 (nella foto d’epoca, la scena del crimine) da due persone sulla Avenue de l’Observatoire . La sua compagna rimase gravemente ferita.

Un’unità speciale di sei ufficiali di polizia giudiziaria e penale chiamata “Cellula Cools” fu organizzata ed impostata a seguito dell’assassinio, posta sotto la tutela del giudice Véronique Ancia.

Il 1° giugno 1994, il giudice Conrotte ha emesso un mandato d’arresto nei confronti di Silvio de Benedictis, un commerciante di La Louvière è già stato in precedenza accusato in un caso di titoli rubati.

Due persone vennero condannate a venticinque anni di carcere dalla Tunisia nel giugno 1998 quali esecutori dell’omicidio, Ben Abdelmajid Amine El Rajib e Ben Abdeljalil, commissionati dalla mafia italiana per lavoro stagionale ad Agrigento, in Sicilia, al momento della raccolta degli agrumi. André Cools venne presentato a loro come un trafficante di droga.

Nel 2004, Richard Taxquet, ex segretario particolare del ministro Alain Van der Biest, politico morto suicida nel 2002; Pino di Mauro, ex pilota del ministro; Cosimo Solazzo e Domenico Castellino furono condannati a 20 anni di carcere per aver organizzato l’omicidio, mentre Luigi Contrino e Carlo Todarello ebbero una condanna a cinque anni di carcere.

Di questi giorni la decisione di conferma della condanna per il salentino Cosimo Damiano Solazzo.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento