MODA / MODE – L’ABITO NON FA IL MONACO. PERO’…

| 24 Settembre 2020 | 0 Comments

di Elena Vada______

L’abito non fa il monaco, né il politico. Qualche opinione, però, su come vestono, i nostri governanti, la possiamo esprimere.

Non citeremo stilisti, case di moda o sartorie famose. Faremo una considerazione, popolarmente condivisa (dal balcone), sul loro look, in generale.

Cominciamo dal rieletto presidente della regione Puglia,  Michele Emiliano. Abito e cravatta, scuri. Camicia bianca. Pronto per tutte le occasioni, politiche e non. Con lo stesso abito può recarsi a qualsiasi, cerimonia: battesimo, matrimonio, funerale, commemorazioni. Barba e capelli sarebbero, da attualizzare.
“Deve perdere, anche, qualche chilo, la pancetta, non aiuta!” suggeriscono dall’altra parte del cortile. Voto: sufficiente.

 

Matteo Salvini: orribile con le felpe.
Preferisce lo stile informale, ma, a volte, appare “trascurato/sciatto”. Gli abiti che indossa, sono di buon taglio e alla moda. Cravatte ben abbinate. Barba e capelli, consoni. Voto: sufficiente.

 

Giuseppe Conte: impeccabile.
“Si, come un beccamorto!”

“Comunque, è sempre, elegantemente, stiloso. Le signore Merkel, Van.Cosa.la, se lo mangiano con gli occhi… Per quello gli hanno imprestato i soldi…”

“Lella, stai zitta, per carità! Quella signora che citi, si chiama Van der Leyen, e “i soldi”, come dici tu, li hanno imprestati alla nostra nazione. All’Italia”.

Comunque, Conte è: Promosso a pieni voti.

 

La decisione non è unanime.

 

La ministra Lucia Azzolina: ha un bel personale. Sta bene con i tailleurs, che indossa, sempre sobri ed appropriati. Capelli (pettinatura/tinta) e trucco orribili.
Voto: 7

 

Giorgia Meloni: un metro e cinquanta, di cattivo gusto.
– Non condivido. La trovo sempre, allegramente, elegante. Certo, non è “ingessata” come altre politiche. Ha un suo stile. Capelli e trucco, azzeccati.
Voto: 7–

 

Luigi Di Maio: Standing Ovation.

“Sempre perfetto, sia vestito che non”

“Cioè?”

“A torso nudo. In costume da bagno. In mutande. Avete visto che fisico. Che sorriso. Che pelle. Che ?!”

“Ma, smettila!”

– È, sicuramente, elegante, ma troppo monotono e ripetitivo. Praticamente in ‘divisa’. Abiti due bottoni, blu o grigi. Eccessivamente sobrio per la sua giovane età. Un look ‘forzato’ anche se, il ministro, appare sempre disinvolto, ma ‘poco English’.
Voto: 8

 

Teresa Bellanova: un mito.
Come dimenticare l’abito azzurro con il quale si è recata al Quirinale. Quel vestito svolazzante, stile kaftano che sapeva di cambiamento ed innovazione.

Assolutamente inappropriato alla corporatura della ministra e fuori luogo per l’occasione formale. Il colore turchese poi… Un pugno in un occhio.
Comunque, per la scelta coraggiosa
Voto: 8

La risposta della signora Bellanova, alle critiche  per il suo look?:

“Mi vesto come mi pare!”

“Anche lei era in minigonna…?”

“Si, e Sangallo è il patrono degli stilisti”

“Non lo sapevo!”

 

 

 

 

 

 

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento