AGGRESSIONE NELLA NOTTE IN UN BAR DI GALATINA

| 17 ottobre 2020 | 0 Comments

(e.l.)______Questa notte gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato e i Carabinieri del locale Comando Stazione sono intervenuti a Galatina in un bar dove c’era stata un’aggressione.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, ne sono responsabili un giovane di Galatina di 26 anni, Alessio Viti, ed un uomo di 57 anni di Cutrofiano, Antonello Cagnazzo, che fra l’altro non doveva proprio essere lì, in quanto sottoposto ai domiciliari.

Sono stati arrestati con l’accusa di minacce aggravate, lesioni personali e porto abusivo di arma bianca, in concorso fra loro.

Le vittime sono due cugini di Galatina, minacciati e aggrediti per futili motivi, a pugni, calci e a colpi di due coltelli, di cui uno ritrovato poco dopo (nella foto).

Uno dei due aggrediti, è finito al Pronto Soccorso, dove è stato curato e dimesso con una prognosi di dieci giorni.

Gli aggressori, fuggiti per l’intervento di uno dei presenti, che è riuscito a disarmarli e ad evitare il peggio, sono fuggiti, ma sono stati rintracciati poco dopo dai Poliziotti, che, come detto, li hanno arrestati.

Il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Luigi Mastroianni, ha disposto che fossero posti in libertà, in attesa che compaiano presso il gip del Tribunale per l’udienza di convalida; ovviamente il Cagnazzo è ritornato ai domiciliari.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento