I COMUNI DELLA GRECIA SALENTINA SI ORGANIZZANO

| 6 novembre 2020 | 0 Comments

 

 

(Rdl)______“Negli ultimi due decenni il territorio della Grecìa Salentina si è caratterizzato per una importante e costante crescita dei flussi turistici, i quali oggi tuttavia necessitano di una strategia complessiva e coordinata di tutto il comparto al fine di migliorare e qualificare l’offerta generale dei servizi del settore”.

Lo ha detto ieri sera – nel corso del meeting online organizzato per esaminare le linee programmatiche che porteranno alla fine di giugno alla stesura di un piano territoriale per lo sviluppo turistico collettivo dell’intera area – il Magnifico Rettore dell’Università del Salento.

Fabio Pollice ha inoltre precisato: “Il nostro sarà un piano partecipato nonostante il Covid. Ci incontreremo sulle piattaforme virtuali, le tecnologie digitali ci permettono partecipare attivamente senza spostarci da una parte all’altra”.

Tra gli obiettivi, la creazione di uno strumento di orientamento delle progettualità individuali e collettive; promuovere la retizzazione degli attori pubblici e privati che operano in loco e concorrono a definire l’offerta turistica del territorio di riferimento; favorire il coordinamento tra gli attori pubblici e privati che operano sul territorio e concorrono a definirne l’offerta turistica.

 

Il presidente dell’Unione dei Sindaci dell’area, Roberto Casaluci dal canto suo ha assicurato: “Puntiamo a favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici. Sappiamo che i nostri paesi sono scelti per la qualità della vita, perché da noi si vive bene, si mangia bene, ci sono tempi lenti e poco stressanti.

Nel mondo c’è una forte attenzione alla nostra cultura in particolare alla lingua grika, alle tradizioni musicali, la nostra terra è ricca di storia, arte, cultura ed enogastronomia.

Un patrimonio inestimabile che rappresenta un’offerta culturale e turistica che vogliamo promuovere ed incentivare in  uno sviluppo collettivo condiviso,  attraverso una mobilità sostenibile ed un’attenzione maggiore alla ruralità ed all’ambiente.

Tutti fattori che se potenziati e sviluppati potranno essere volano di crescita dell’intero territorio nel prossimo futuro.”

Category: Cronaca, Cultura, Politica

Lascia un commento