GIOVANE DEL BANGLADESH A NARDO’ FINISCE IN CARCERE

| 13 gennaio 2021 | 0 Comments

(e.l.)______Un giovane di 33 anni, originario del Bangladesh, Md Sharif Al Haddy, già agli arresti domiciliari, è stato arrestato ieri sera a Nardò dagli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato (nella foto) e, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce  Donatina Buffelli, è finito nel carcere di Borgo San Nicola, con le ulteriori accuse di evasione, furto aggravato, e resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Tutto è cominciato quando i poliziotti che indagavano su di un furto avvenuto poco prima ad un distributore automatico di articoli per fumatori, analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza che avevano ripreso il responsabile, hanno subito riconosciuto il giovane bengalese.

 

Sono andati quindi a casa sua, dove, fra l’ altro, lo hanno avvistato mentre rientrava.

Alla vista degli agenti, allora egli si è innervosito, poi ha dato in escandescenze, è riuscito a rinchiudersi in una stanza dell’alloggio, prima e in balcone poi (nel video) e ad armarsi di un grosso machete, continuando a inveire contro i poliziotti e a minacciarli.

C’è voluta tutta la professionalità e la lucida freddezza degli agenti per evitare che succedessero guai peggiori. alla fine il giovane si è arreso, ed è stato portato in carcere.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento