SCOPERTO IN PROVINCIA DI BRINDISI GIRO DI AUTO RUBATE MESSE IN COMMERCIO CON DOCUMENTAZIONE FALSIFICATA

| 15 aprile 2021 | 0 Comments

(e.l.)______All’alba di questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare, di cui una in carcere, una ai domiciliari e una all’obbligo di dimora, emesse dal gip del Tribunale di Brindisi (nella foto), Maurizio Saso, nei confronti di tre persone, accusate di riciclaggio e ricettazione in concorso, truffa, uso di atto falso in relazione alla falsità materiale commessa da privato e da pubblico ufficiale in atti pubblici, possesso e fabbricazione di documenti d’identificazione falsi.

I militari hanno indagato per due anni, coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica Francesco Carluccio, partendo da una denuncia presentata da una donna, che riferiva di aver scoperto che l’autovettura di sua proprietà risultava intestata ad una terza persona, precisando di non aver venduto il veicolo a nessuno e di non conoscere il nuovo proprietario del mezzo.

Le indagini hanno quindi consentito di accertare come sul territorio nazionale, circolasse un clone dell’autovettura della denunciante, alla stessa identica per modello, colore, targa e telaio, con telaio, targhe e carta di circolazione contraffatte, posto in vendita dopo un passaggio di proprietà fittizio.

Le successive indagini  a carico dei tre indagati hanno quindi permesso di accertare ulteriori analoghi episodi di riciclaggio di altri veicoli: ne stati individuati e sequestrati tre, tutti provento di furti, avvenuti nelle province di Brindisi, Taranto e Napoli, nonché i relativi documenti di circolazione, provenienti di un intero stock di carte in bianco rubate nel 2004 nella Motorizzazione Civile di Enna.

Category: Cronaca

Lascia un commento