KOINE’ EUROPE: TRAIT D’UNION CULTURALE TRA ITALIA E ROMANIA. VENERDI’ 23 APRILE 2021 ALLE 14.00 UN IMPORTANTE WEBINAR INTERNAZIONALE: “L’ISTRUZIONE NEL XXI SECOLO, INCLUSIONE ED EQUITA’ SOCIALE”

| 22 aprile 2021 | 0 Comments

di Carmen Leo______ “Il vero valore aggiunto del Koinè Europe sta nell’ offerta di  attività e programmi di studio intensivi e mirati, come anche nella promozione di  progetti che rispettano parametri validi a livello europeo. Un vero e proprio punto di partenza per essere competitivi in un mondo che richiede formazione continua e una forte risposta in un nuovo orizzonte che, allargato e globalizzato, da spazio ad un mercato del lavoro che esige sempre nuovi e innovativi standard di conoscenza.

Tutte le nostre attività si traducono in una informazione progettata, o meglio, in una EURO-Progettazione che si avvale dell’attivazione di finanziamenti di natura pubblica e privata, regionali e comunitari, stanziati per incentivare la formazione professionale e le abilità individuali di chi ad essa si rivolge.

Per tale ragione noi di Koinè ampliamo i nostri orizzonti avviando nuove e continue collaborazioni con enti internazionali, quali ad esempio l’Università Cristiana  Dimitrie Cantemir di Bucarest con la cui partnership, domani 23 aprile alle ore 14.00,  presenteremo un importante Webinar”.

Così Nicoleta Apopei,  ( al centro nella locandina sotto), direttrice del Centro Studi Koinè Europe, in un’intervista a lecceronaca.it per presentare il webinar (seminario online – n.d.r) dal titolo Istruzione nel XXI secolo: inclusione ed equità sociale, al quale prenderanno parte numerose figure appartenenti al mondo istituzionale e culturale, sia italiano che internazionale.

I lavori del seminario saranno aperti da Sebastiano Leo, Assessore in carica alla Istruzione, Formazione e Lavoro per la Regione Puglia, Ramona Mihaila, docente e vice rettore dell’Università Dimitrie Cantemir e  dalla stessa Nicoleta Apopei ( tutti nelle foto della locandina sotto).Alterneranno i loro interventi sul tema altri esperti del calibro di Remus China, Maria Luiza Dumitru Oancea, Mihaela Cirstea, Cristina Athu, Onorina Botezat – professori associati dell’Università di Bucarest; Giusy Negro -docente e direttore del Dipartimento Università Federiciana; Simonetta Baldari – docente e tutor della Facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Ateneo di Lecce; Diego Pellè -docente e presidente dell’Associazione L’Arcobaleno di Lecce; Filomena Giannelli – Dirigente Scolastica; Annatonia Margiotta -pedagogista e scrittrice; Maria Silvia Arcuti, Aida Stigliano, Amelia De Vuono, Anna Lucia Cavalera, Valeria Saracino, Loredana Perrone, Luigia Santoro, Stefano De Florio– tutti docenti di scuola secondaria; Aldo Grandinetti – docente e responsabile eCampus Rende; Andrea Occhilupo e Denise Gabrieli – studenti dell’Università del Salento.

Il Centro Studi Koinè Europe, con sedi a Lecce e Melendugno, è un ente di formazione che si propone l’obiettivo di promuovere la cultura, stimolare la ricerca, il sapere e la formazione scientifica. In quanto legalmente e giuridicamente riconosciuto, è attivamente operante sul territorio, avendo stipulato varie collaborazioni  e  connessioni  con  diversi enti, attraverso partenariati strategici, forme di cooperazione strutturate di lunga durata, che legano saldamente organizzazioni pubbliche o private ad istituti di istruzione di vario genere. Il tutto è finalizzato al garantire una più alta qualità dell’insegnamento nei settori dell’Istruzione e della Formazione, di notevole livello in campo nazionale ed internazionale.

Category: Costume e società, Cultura, Eventi

Lascia un commento