RAGAZZA DI RUFFANO VA IN COMA E MUORE DOPO AVER FATTO IL VACCINO, LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LECCE APRE UN’INDAGINE, L’AVVOCATO PASQUALE SCORRANO CHIEDE LA VERITA’ PER CONTO DEI POVERI GENITORI

| 14 settembre 2021 | 0 Comments

(g.p.)______Una ragazza di 14 anni, Majda El Azrak, di origini marocchine, residente a Ruffano, è morta ieri all’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari (nella foto) dopo ventisei giorni di coma. Era stata ricoverata là, trasferita dall’ospedale Cardinale Panico di Tricase, dove era entrata in coma il 19 agosto scorso.

La sfortunata ragazza si era sentita male subito dopo aver fatto la seconda dose di vaccino anti Covid – quello della Pfizer – a Casarano il 17 agosto.

 

L’ospedale pediatrico di Bari ha disposto un’indagine interna.

La Procura della Repubblica di Lecce – pm Donatina Buffelli – dopo l’esposto presentato dai genitori, ha aperto un fascicolo di indagine giudiziaria, per ora a carico di ignoti, riservandosi di iscrivere nel registro degli indagati eventuali accusati, e relativi capi di imputazione, dopo che avrà potuto ricevere e valutare l’intera documentazione clinica.

Questa sera, raggiunto telefonicamente da leccecronaca.it, l’avvocato Pasquale Scorrano, del Foro di Lecce, che assiste i genitori della ragazza deceduta, ci ha dichiarato quanto segue:  ‘“A parte tutto il resto, la nostra principale richiesta specificata alla Procura della Repubblica di Lecce è di stabilire se esista un nesso fra la somministrazione del vaccino e la morte di Majda. I poveri genitori hanno tutto il diritto di saperlo”.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento