“La giusta luce dei colori”: LA MOSTRA D’ARTE DI OTTAVIO ROSSANI AL FONDO VERRI DI LECCE – photogallery – video

| 15 settembre 2021 | 0 Comments

di Chiara Evangelista______

Si è tenuta dal 6 al 12 settembre la mostra d’arte di Ottavio Rossani (nella foto di copertina), poeta e penna storica del Corriere della Sera, presso il Fondo Verri di Lecce.

“La giusta luce dei colori” è stato il titolo scelto per l’esposizione artistica.

 

“È un titolo indicativo di un lavoro di ricerca sull’impasto del colore. Il tentativo è quello di trovare il colore adeguato al pensiero che sto sviluppando. È un processo molto complicato…” confessa Rossani. “La luce è giusta nel momento in cui l’impasto dei colori corrisponde direttamente all’emozione che sento e voglio comunicare. E quella luce giusta arriva solo quando il quadro è finito e non ho altro da aggiungere…”.

 

Rossani si rintana nel “paese dei colori” che, come precisa l’artista stesso, non è un luogo, non è uno spazio, non è fisico. È un sentimento, un clima, una luce. “Un magma da attraversare” aggiunge a mo’ di chiosa il giornalista .

 

 

Tra le opere presenti in mostra vi è stata “Incendio in Kenya”, una delle più apprezzate, in cui il critico Vincenzo Guarracino vi ha visto “un affidarsi alla flagranza del colore-immagine o, se si preferisce, dell’immagine colore di nient’altro bisognosa  che di un semplice cartiglio onomastico, quando l’eloquenza dell’immagine già di per sé denuncia ragioni e tensioni, appagata della vitalità della propria esistenza come approdo e conquista di una matura autonomia espressiva”.

E sulla stessa opera Rossani ha puntualizzato così: “Le fiamme in Kenya di notte non sono brillanti, sono percorse da vene azzurre, come gocce che scolano dal profondo blu del cielo. Non è facile scovare il colore più rispondente al sentimento di solitudine e privazione che provoca un incendio. Ho tentato con un rosso vermiglio e qualche sprizzo di cobalto. Non mi interessa il paesaggio, ma l’urlo che proviene dalle viscere dell’uomo sconfitto”.

In Rossani si scorge la necessità di tradurre il subliminale e, in ossimoro, l’esplicito in scala cromatica. In sintesi, una riduzione della realtà nel linguaggio segnico del colore che rimane l’elemento costitutivo della sua arte.

 

 

Tags: , , , ,

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento