NOTE D’ARTE / DAL SURREALISMO ALLA POP ART

| 4 Dicembre 2022 | 0 Comments

 

di Raffaele Polo ______   

 All Palazzo delle Arti ART&CO a Lecce in via 47 Reggimento Fanteria, 21 è stata inaugurata ieri, inaugura sabato 3 dicembre, la mostra DAL SURREALISMO ALLA POP ART, “L’arte della seduzione”, una mostra collettiva che celebra gli artisti moderni e contemporanei accompagnata dalla musica di Carla Petrachi con il progetto Odi et amo.

È un vero e proprio viaggio nell’Arte contemporanea quello proposto dalla sapiente regia di Tiziano Giurin. Il gallerista continua a dare un’impronta innovativa alle mostre proposte, unendo in un’unica esposizione i nomi più rilevanti dal surrealismo alla pop art, dal moderno al contemporaneo, dando spazio ad ogni espressione artistica, dalla scultura alla pittura e alla fotografia d’autore.

L’arte è seduzione: la sensualità dell’arte è dunque il fil rouge di questo percorso espositivo, che mette a confronto opere ed artisti profondamente diversi e spinge il pubblico a riflettere davanti ad ognuno di essi.

La mostra è quindi un excursus che parte dai grandi artisti del Novecento come Salvador Dalì, che nella sua lunghissima carriera ha sedotto, anche letteralmente, il suo pubblico attraverso le sue visioni surrealiste.

Per la prima volta a Lecce, Giurin porterà una scultura museale del grande maestro spagnolo, raffigurante il celeberrimo orologio molle, simbolo della persistenza della memoria.

Dopo l’esposizione di Matera, Lecce, sempre grazie al gallerista, sarà la seconda città del Sud ad accogliere un’opera fondamentale di Dalì, basilare per tutta la sua poetica artistica. Saranno inoltre presenti in mostra anche sculture della serie degli anni ’80 che raffigurano i simboli più rappresentativi del suo periodo surrealista.

L’arte seduce o rappresenta simboli di seduzione come nelle opere di Mimmo Rotella, la provocante Lina Orfei viene raffigurata in un’opera importantissima del 1984 che è stata esposta alla Biennale di Venezia o Elvis Presley in uno dei suoi numerosi film in un décollage del 2004.

Saranno inoltre presenti in mostra alcune delle ultime opere di Mario Schifano, quasi un ultimo messaggio dell’artista. Gli scatti di Alessandro Valeri ci raccontano di una sensualità delicata, armoniosa e tangibile, i suoi corpi sono paesaggi disegnati attraverso un gioco sapiente di luce ed ombra, tutto costruito in camera oscura insieme ad Ottavio Celestino coni suoi scatti onirici e dai forti richiami pop.

Troviamo in mostra i paesaggi rassicuranti di Antonio Durante, che disegna strade e scorci Newyorkesi, e le fotografie di Fabrizio Crifiera, in cui, seppur lontani, ci ritroviamo. Corpi statici e quasi meccanici ci vengono invece proposti dalle maschere che Marco Catellani rappresenta nelle sue opere, quasi a dare forma ad un archetipo, insieme ai corpi accennati ed evocati dalle pennellate di Deborah Gardella, dagli strappi di Antonio Longo e dalle figure di Vittorio Tapparini.

Gli intarsi di Ugo Nespolo ci riportano ad un’arte giocosa e ludica, così come i cucchiai di Simone d’Auria portano l’importante messaggio Eat Your Life attraverso il personaggio ormai iconico di Mr Spoon, appena tornato in Italia dopo un’importante mostra oltreoceano a Miami.

I corpi e la sensualità sono protagonisti con Giuliano Grittini e Roberto Tondi, con scatti ripresi e trasformati dal tempo e dalla tecnica e hanno come protagonista principale l’icona del fascino per eccellenza, Marilyn Monroe, presente anche nelle celeberrime opere di Andy Warhol presenti in mostra. Oltre alla fotografie d’arte e alla pittura, anche la scultura trova spazio attraverso le opere di Rabarama, Emanuele Giannelli ed i cuori di Tcresh. Un’atmosfera delicata accoglie il pubblico nelle opere di Veronica Botticelli, importantissima artista che lavora fra Parigi e Roma, per la prima volta in mostra a Lecce.

Il Salento inoltre sarà rappresentato da tre degli artisti in mostra, Roberto Tondi, Antonio Durante e Vittorio Tapparini: con grande orgoglio il gallerista Giurin, attraverso questo grande legame della galleria con la città, vuole dare visibilità al territorio dando spazio ai suoi artisti con un progetto ad hoc il cui obiettivo è di valorizzare le espressioni artistiche locali, per cementarne e accrescerne il valore.______   

La mostra DAL SURREALISMO ALLA POP ART “L’arte della seduzione” al Palazzo delle Arti ART&CO a Lecce in via 47 Reggimento Fanteria, 21 durerà dal 3 Dicembre 2022 all’ 11 Febbraio 2023.

Orari galleria:

Mar-Sab

10:30-12:30 17:00 – 20:00

Ingresso Gratuito

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento