UN 26ENNE INCENSURATO SORPRESO A PARABITA CON DROGA, ANELLI E CONTRASSEGNI DI CICLOMOTORI RUBATI ED UN COLTELLO. ARRESTATO

| 8 settembre 2014 | 0 Comments

I militari dell’ Aliquota Operativa della Compagnia di Gallipoli hanno fermato, la scorsa notte, un uomo che deteneva in casa, ai fini dello spaccio, un quantitativo di più di 60 grammi di “MARIJUANA” suddivisa in dosi, più di 300 euro in contanti, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi nonché un coltello, n. 2 anelli, dei passamontagna, un contrassegno per ciclomotore con relativo libretto di circolazione e contrassegno assicurativo risultato oggetto di furto a Sannicola in data 10 Agosto. L’uomo, MARZANO CESARE, 26enne originario di Gallipoli ma residente a Parabita, era già da tempo attenzionato dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia della città bella in quanto da qualche mese la sua autovettura (una Fiat Punto rossa con targa tedesca) era stata notata nei pressi di una nota sala giochi di Gallipoli, per lo più frequentata da pregiudicati locali nonché da assuntori di sostanze stupefacenti dalle pattuglie in normale servizio perlustrativo di controllo del territorio in quanto effettuava movimenti alquanto sospetti consistenti in rapidissimi passaggi e brevi soste davanti alla suddetta sala giochi nel corso dei quali diversi assuntori di stupefacenti si avvicinavano all’auto e questa, in pochi secondi ripartiva a forte velocità. Insospettiti da tali frequenti e insoliti movimenti di i Carabinieri hanno, nelle scorse settimane, così predisposto un servizio di osservazione, studiando i movimenti dell’autovettura all’interno della città bella e constatando che, ad ogni fermata davanti alla sala giochi, seguiva una rapida “fuga” verso l’abitazione del giovane sita in Parabita. Nella tarda serata di ieri nel corso dell’ennesimo servizio i militari hanno visto uscire dalla sua abitazione il Marzano, i Carabinieri lo hanno pedinato fino a Gallipoli, dove era diretto per una cessione di stupefacente ed il contatto con alcuni tossicodipendenti della cittadina e poi nuovamente sulla strada del rientro a Parabita. Avuto l’ennesimo riscontro sulla attività illecita del soggetto ne è seguita una accurata ed approfondita ispezione e perquisizione personale e domiciliare che consentiva il rinvenimento, occultata in un doppio fondo realizzato in una scatola in legno nascosta un uno stanzino della casa adibito a “ripostiglio”, di ben 60 gr. di “MARIJUANA” suddivisa in dosi, NONCHE’ un coltello, n. 2 anelli, all’interno di una cassetta per attrezzi vari, dei passamontagna, un contrassegno per ciclomotore con relativo libretto e contrassegno assicurativo risultato oggetto di furto a Sannicola in data 10 Agosto di cui il Marzano non ha saputo spiegare agli operanti la provenienza né giustificarne il possesso. Ulteriore conferma all’attività investigativa dei militari è arrivata proprio durante la perquisizione domiciliare quando, all’improvviso, il cellulare del giovane riceveva un messaggio da parte di un assuntore il quale, lamentandosi dell’insolito ritardo nella consegna, gli ribadiva che lo stava aspettando alla solita sala giochi, raccomandandosi di non tardare. quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e l’ arrestato, dopo le formalitàdi rito, è stato tradotto presso presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed altresì denunciato per ricettazione aggravata e continuata.

 


Category: Cronaca

Lascia un commento