UN ARRESTO E UNA DENUNCIA PER FURTO DI ENERGIA ELETTRICA

| 17 Settembre 2014 | 0 Comments
I militari del Nucleo operativo della compagnia Carabinieri di Tricase hanno svolto stamane unitamente a personale dell’Enel un servizio straordinario di controllo del territorio al fine di reprime i reati di furto di corrente elettrica. Numerosi gli esercizi commerciali e le abitazioni controllate; alla fine della giornata due donne di Specchia sono state colte in flagranza di reato poiché mediante l’apposizione di un magnete sul contatore sottraevano corrente elettrica alterando la registrazione dei consumi. I militari dell’Arma alle prime ore del mattino, all’apertura dei negozi, unitamente ai tecnici dell’ENEL colto nella flagranza del reato di furto la titolare di una macelleria e l’amministratrice unica di una ditta di impiantistica che aveva in locazione un negozio nel comune di specchia. La prima aveva posizionato sul contatore della macelleria di proprietà un peluche ove all’interno vi era occultato un magnete; ciò posto stante la flagranza di reato veniva tratta in arresto e contestualmente rimessa in libertà su disposizione dell’A.G. Anche nel secondo caso i militari rinvenivano in bella mostra sul contatore un magnete all’esterno di una ditta di impiantistica di Specchia (LE) la cui amministratrice unica è stata deferita in stato di libertà in attesa di appurare chi realmente abbia posizionato l’aggeggio al fine di alterare la registrazione de i consumi elettrici.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento