TERREMOTO A PALAZZO CARAFA / AGGIORNAMENTO 3 / ASSEGNAZIONI E FAVORITISMI BIPARTISAN, COSI’ ESPONENTI DELL’ EX PDL GIOSTRAVANO LE PRATICHE D’ ACCORDO COL PD. L’ ALLEGRA GESTIONE ANDAVA AVANTI DA ANNI, CONTESTATI FATTI FINO A QUESTO FEBBRAIO

| 8 giugno 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Si apprende qualche altro dettaglio, e si intravvede la motivazione di fondo, dell’ inchiesta della Procura della Repubblica di Lecce, avviata, come è noto, su alcune denunce presentati da esponenti del Pd  tre anni fa, in primis la parlamentare, oggi sottosegretaria al Lavoro, Teresa Bellanova, come abbiamo ricordato nelle nostre precedenti ricostruzioni, ben lontana evidentemente dall’ immaginare che le accuse rivolte alla maggioranza di Palazzo Carafa potessero ritorcersi contro il suo stesso partito, coinvolto da protagonista nelle pratiche di favoritismi e corruzione.

Secondo gli inquirenti, infatti, la gestione delle case popolari e di tante altre pratiche, in regime di abituali e consolidati favoritismi, avveniva in accordo bipartisan fra la maggioranza ex Pdl, di stretta osservanza fittiana, e il Pd.

Rimangono alcuni fatti certi: la prima graduatoria di assegnazione di alloggi di edilizia popolare a Lecce risale al 1999, la seconda fu pubblicata dopo esasperanti lungaggini solo nel 2013: non fu certo un caso, che qualcuno traesse vantaggio da tutto questo appare del tutto evidente.

Si apprende ancora che i fatti contestaTi non sono solo quelli delle case popolari del 2012: le contestazioni della procura arrivano fino al febbraio di quest’ anno e riguardano altre pratiche amministrative.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento