LE TRIVELLE DEI PETROLIERI PRONTE AD ENTRARE IN AZIONE NEI NOSTRI MARI / ROBERTO TUNDO INCHIODA RENZI ALLE SUE RESPONSABILITA’ SULLE AUTORIZZAZIONI

| 18 giugno 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Roberto Tundo (nella foto), componente della Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, da Melissano ha diffuso in mattinata una nota durissima, quanto circostanziata, sulle trivellazioni in mare, purtroppo previste a brevissimo sulle nostre coste. Nei giorni scorsi sia la lista L’ Altra Puglia, sia il gruppo consiliare a Bari del M5s avevano chiesto ad Emiliano di impugnare le autorizzazioni concesse dal governo ai petrolieri, con un ricorso amministrativo. Avevamo pubblicato ampi stralci delle due richieste. Il neo presidente della regione Puglia ha detto ieri che lo farà: il problema, come sempre quanto si tratta di Michele Emiliano, è che sono solamente parole, che per di più cambiano poi di volta in volta a secondo degli interlocutori. Non si governa con le dichiarazioni d’ intenti, ma con i fatti.

Oggi Roberto Tundo, per Fratelli d’ Italia, chiama in causa direttamente Matteo Renzi, in un commento intitolato “SALENTO: CERCHERANNO IL PETROLIO FRA GLI ULIVI DEVASTATI DALLA XYLELLA !”. Eccone il testo completo______

“Grazie allo ‘Sblocca Italia’, voluto dal governo di Matteo Renzi (segretario del Partito Democratico), le multinazionali del petrolio sono state agevolate nella ricerca degli idrocarburi. Le coste ed il territorio salentino sono esposti ad un grave rischio di inquinamento. Il Ministero dell’Ambiente ha già rilasciato numerose autorizzazioni per la ricerca di idrocarburi, che interessano aree marittime pugliesi, dal Gargano al Golfo di Taranto, dal Mare Adriatico al Mare Jonio.

Oltre che nei mari pugliesi, la ricerca di petrolio è estesa anche sulla terra ferma.

La società texana “Schlumberger Italia” ha avanzato al Ministero dell’Ambiente una richiesta per cercare petrolio su un’area di 4.285 kmq, che comprende i comuni di Porto Cesareo, Nardò, Galatone, Gallipoli, Sannicola, Taviano, Melissano, Racale, Alliste, Ugento, Castrignano del Capo, Morciano, Patù e Salve.

Ecco, arriva il progresso, voluto da Matteo Renzi, dal Partito Democratico e dagli alleati di governo. La tutela dell’ambiente, la valorizzazione del paesaggio, lo sviluppo della vocazione turistica per Renzi & C. sono solo slogan da utilizzare in campagna elettorale”.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento