PROVERBIO SALENTINO DI OGGI VENERDI’ 19 GIUGNO

| 19 giugno 2015 | 0 Comments

La Chiesa cattolica festeggia oggi 19 giugno San Romualdo Abate. Di nobili origini, divenne eremita e dopo l’esperienza in Spagna, iniziò una serie di peregrinazioni lungo l’ Appennino con lo scopo di riformare monasteri ed eremi sul modello degli antichi cenobi dell’Oriente. La sua fama e il suo carisma lo misero più volte in contatto con i potenti, principi e prelati. Convertì Ottone III che lo nominò abate di S. Apollinare in Classe, carica che Romualdo rifiutò clamorosamente dopo un anno rifugiandosi a Montecassino dove portò il suo rigore ascetico. Riprese le sue peregrinazioni fondando numerosi eremi, l’ultimo dei quali fu Camaldoli. Questo nome deriva dal campo che un tale Maldolo aveva donato a Romualdo, in cerca di solitudine. Romualdo è un nome di origine tedesca  e significa-  colui che regna glorioso.

Proverbio salentino del giorno: TACCA LU CIUCCIU A DDU OLE LU PATRUNU.
Lega l’asino dove vuole il padrone.
Questo è un proverbio che viene utilizzato spesso, per dire fai come decide, chi paga, chi è il padrone, o comunque chi in quel momento comanda, anche se non  condividi il suo punto di vista. Quindi dopo aver spiegato all’interlocutore che sta sbagliando, si suole aggiungere, faccio comunque come tu vuoi, ossia lego l’asino dove vuole il padrone.

 

La prima Festa del Papà domenica 19 giugno 1910
La prima Festa del Papà è legata alla figura di padre esemplare, veterano della Guerra di secessione americana, che allevò da solo sei figli.

Un esempio da celebrare e condividere con gli altri: è ciò che dovette pensare sua figlia, Sonora Smart Dodd, nel chiedere alle istituzioni dello stato di Washington l’ufficializzazione di un giorno dedicato alla figura del papà.Dopo numerosi tentativi respinti dal Congresso degli Stati Uniti d’America, la terza domenica di giugno divenne “festa nazionale” con una legge del 1972, firmata dal presidente Richard Nixon. La tradizione viene rispettata tutt’oggi negli USA e in altri 46 stati.

Category: Costume e società

Lascia un commento