XYLELLA, IL DOTTOR SERRAVEZZA CONTRO L’ IMPIEGO DI PESTICIDI, DEVASTANTI PER L’ AMBIENTE E LA SALUTE

| 26 giugno 2015 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il dottor Giuseppe Serravezza (nella foto) ci scrive______

Alla lettera aperta dello scorso aprile che, come Lega Italiana Lotta ai Tumori, sezione provinciale di Lecce, inviammo agli organismi locali, nazionali ed europei (Regione, Commissario Silletti, Presidente del Consiglio Renzi, Ministeri Ambiente e Salute, Commissario Europeo alla Salute) soltanto quest’ultimo ha risposto in merito alle considerazioni scientifiche e alle preoccupazioni di salute da noi avanzate, che richiamavano l’attenzione sul fatto che “adottare strategie a base di fitofarmaci per contrastare il disseccamento rapido degli ulivi è una decisione dalle conseguenze altamente impattanti in termini di valutazioni d’impatto ambientale e sanitario che l’epidemiologia dei prossimi decenni non mancherà purtroppo di registrare“.

Nel silenzio generale dei destinatari della lettera aperta della LILT, puntuale il Commissario Europeo precisa che “ai metodi chimici devono essere preferiti metodi biologici sostenibili, mezzi fisici e altri metodi non chimici se consentono un adeguato controllo degli organismi nocivi“.

Stante la soddisfazione per l’enunciata posizione dell’organismo europeo, che riconosce e concorda sui rischi per le popolazioni derivanti dai fitofarmaci e invita a preferire tecniche di protezione agronomiche sostenibili, rimane lo sconcerto per l’assenza di dialogo e per la totale chiusura dei governi locali e centrali, che neppure trovano il tempo e le occasioni per ascoltare e prendere in considerazione le legittime istanze di precauzione e di cautela per la salute.

Va ricordato, inoltre, che nella seduta del 16 dicembre 2015, il TAR del Lazio si esprimerà sul ricorso presentato dalla LILT e da altre Associazioni sul problema dei pesticidi”.

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento